Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Pace del Mela – Per 94 giorni in lotta al Covid, Pino Andaloro torna a casa: è festa

Ci sono momenti di festa che vanno celebrati. Come questo dell’atteso e festeggiato ritorno a casa a Pace del Mela di Pino Andaloro. Dopo 94 giorni di ospedale, a Messina, passando dal reparto di Epatologia, a quello Covid-19 per finire in medicina interna, poiché in Epatologia non c’era più posto,ieri finalmente è tornato alla sua abitazione di Giammoro. La figlia Katia lo definisce un “grande guerriero” e noi non esitiamo a credergli. La famiglia è sempre stata presente, non lo ha lasciato mai solo. E oggi, con la gioia nel cuore, vuole ringraziare tutti coloro i quali sono stati vicini in questo difficile periodo. Un ringraziamento anche nei confronti del sindaco Mario La Malfa e il vice sindaco Lia Romano, presenti al ritorno a casa del concittadino Pino.

«E’ stato un miracolato – racconta la figlia Katia – che da oggi potrà abbracciare il papà da vicino – ad un certo punto abbiamo pensato al peggio, perché papà ha attraversato una fase difficile. Poi, la sua voglia di vivere, gli ha ridato la forza di lottare e ha cominciato una strada in discesa».

Pace del Mela – Per 94 giorni in lotta al Covid, Pino Andaloro torna a casa: è festa
Pace del Mela – Per 94 giorni in lotta al Covid, Pino Andaloro torna a casa: è festa
Pace del Mela – Per 94 giorni in lotta al Covid, Pino Andaloro torna a casa: è festa

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.