Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ospiti a tavola e cene formali

Contessa Lara 2Cara Contessa Lara, secondo il bon ton qual è il numero giusto di ospiti a tavola da non superare? E per quanto riguarda i pranzi di famiglia, come mi devo regolare per assegnare i posti? Devo seguire le precedenze indicate dal galateo o meglio lasciare che ciascuno si sieda dove preferisce? Grazie, Anna F.

Gentile Anna, in realtà per il galateo non esiste un numero da non superare perché molto dipende dalle situazioni. Ci sono cene formali per 6 o pranzi tra amici per 15. Ma che si sia in 4 o in 24, l’importante è che la tavola sia apparecchiata impeccabilmente.

Personalmente mi regolo così: superati gli 8 commensali allestisco

un buffet, avendo comunque cura che ci sia posto a sedere per tutti gli invitati.

Quando si è troppi a tavola diventa difficile seguire tutti gli ospiti in maniera adeguata e il buffet consente alla padrona di casa di scambiare una parola con tutti senza trascurare nessuno. In ogni caso, ci possono essere delle situazioni, come appunto i pranzi di famiglia, nelle quali non si può non apparecchiare una tavola per molte persone.

A meno che non si tratti di riunioni familiari formali, suggerisco quindi di seguire una via di mezzo tra le opzioni che lei dà: né regole fisse né giungla selvaggia. Assegni lei i posti riunendo i presenti per affinità e senza seguire i dettami del galateo. E per quanto riguarda gli under 14, suggerisco un tavolo a parte.

Contessa Lara

Contessa Lara è il nom de plume di una gentildonna messinese che non ama mettersi in mostra. Fedele agli insegnamenti della sua gioventù (le signore compaiono sui giornali solo tre volte: quando nascono, quando si sposano e quando muoiono) ha deciso di collaborare con noi, ma con discrezione. Ovviamente abbiamo accettato con gioia, sicuri che la sua competenza sarà un prezioso aiuto per chi già conosce le buone maniere e per chi invece ha ancora molta strada da percorrere sulle impervie vie del saper vivere.