Operazione Icaro, sequestrati 200 mila euro di beni a Sinagra

Carabinieri della Stazione di Patti

L’anno scorso l’arresto con l’accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso, adesso il sequestro di beni per 200 mila euro.

Il personale del Nucleo Operativo del Comando Compagnia Carabinieri di Patti, in collaborazione con la Stazione di Sinagra, ha dato esecuzione all’ordinanza di sequestro preventivo dei beni emessa dalla Corte d’Appello di Reggio Calabria su richiesta della Procura Generale nei confronti di Giuseppe Sinagra, 37 anni, già noto alle Forze dell’Ordine.

“Nel luglio del 2012 -spiegano dal Comando provinciale dei carabinieri di Messina- Sinagra era stato arrestato nell’ambito dell’operazione antimafia Icaro con l’accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso per reati commessi tra giugno 1994 e aprile 2003 nel comprensorio nebroideo.

Il provvedimento costituisce la fase finale di un’articolata manovra investigativa condotta nei confronti di

varie famiglie mafiose, tra cui quella dei tortoriciani e dei barcellonesi (cui ha aderito tra gli altri anche Sinagra), che ha portato alla custodia cautelare in carcere di altre 41 persone.

In passato Sinagra è stato un importante esponente della famiglia mafiosa brolese quale braccio operativo e a marzo 2003 fu arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri del ROS di Messina mentre incassava il pizzo dal titolare di una grossa concessionaria di automobili nel brolese.

Le indagini economico-patrimoniali condotte dal Nucleo Operativo del Comando Compagnia Carabinieri di Patti hanno permesso di documentare la pericolosità sociale dell’uomo e di rilevare la netta sproporzione tra i redditi dichiarati dall’interessato e le ricchezze dallo stesso accumulate nel tempo”.

Sequestrati a Sinagra 11 terreni agricoli, 3 abitazioni e un buono postale. Il provvedimento è stato emesso anche nei confronti della madre, del padre e del fratello di Sinagra, risultati intestatari di beni riconducibili allo stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *