Operazione Alì Babà, 9 arresti per furti in appartamenti

Operazione Alì Babà, la Polizia di Stato arresta nove persone per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti in appartamenti. Tra loro anche un secondino del carcere di Gazzi.

Da stamane all’alba la Squadra Mobile della Questura di Messina sta dando esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di nove persone, sei delle quali in carcere e tre agli arresti domiciliari.

I nove sono accusati di far parte a vario titolo di un’associazione per delinquere attiva a Messina, finalizzata alla commissione di furti in appartamento, detenzione illegale di armi comuni da sparo e  detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Tra i destinatari agli arresti domiciliari anche un agente di Polizia Penitenziaria, al quale è contestata l’ipotesi di corruzione, perché in cambio di denaro consentiva di introdurre sostanze stupefacenti all’interno del carcere di Messina Gazzi. Ulteriori dettagli saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà stamane alle 11 presso la sala riunioni della Questura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *