Omicidio Loris. Il GIP convalida l’arresto per Veronica Panarello

Veronica Panarello, la madre del piccolo Loris
Veronica Panarello, la del piccolo Loris

Lei continua a negare, ma per i magistrati è colpevole. Il GIP di Ragusa Claudio Maggioni ha convalidato il fermo per Veronica Panarello, la mamma del piccolo Loris Stival, ucciso a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, il 29 novembre scorso.

A inchiodarla un video di 40 minuti, frutto di un insieme di filmati estrapolati da diverse telecamere di video sorveglianza, che dimostrerebbe che la donna è rientrata a casa con il figlio, per poi

uscire con l’auto dal garage.

In sostanza, i 36 minuti durante i quali la donna era in casa rientrano nell’arco di tempo durante il quale il bambino è ucciso.

Oggi polizia e carabinieri hanno sequestrato il cellulare di un’amica di Veronica Panarello, che la donna avrebbe avuto per alcuni giorni in uso e poi restituito.

A rivelare di aver usufruito di quel telefonino è stata la stessa mamma di Loris parlando con gli investigatori. Accertamenti sull’apparato telefonico sono in corso.

Intanto la polizia postale di Catania ha già eseguito controlli su uno smartphone utilizzato dal piccolo Loris e stamane ha controllato il cellulare della donna. Vista la conferma dell’arresto da parte del GIP, Veronica Panarello resterà nel carcere di Catania a piazza Lanza.


Elio Granlombardo

Ama visceralmente la Sicilia e non si rassegna alla politica calata dall’alto. La “sua” politica è quella con la “P” maiuscola e non permette a nessuno di dimenticarlo. Per Sicilians segue l'agorà messinese, ma di tanto in tanto si spinge fino a Palermo per seguire le vicende regionali di un settore sempre più incomprensibile e ripiegato su se stesso. Non sopporta di essere fotografato e, neanche a dirlo, il suo libro preferito è “Conversazione in Sicilia” di Elio Vittorini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.