Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Occupazione e sviluppo i temi della Festa del Lavoro della Cgil

Stamane una sorta di pre festa parlando di tutela del territorio con il convegno della Flai Cgil “Dissesto idrogeologico. Idee, proposte e impegno dei lavoratori forestali e dell’ESA per la sicurezza del territorio” e poi oggi pomeriggio i cancella Fiera spalancati per accogliere la città.

E’ iniziata così la 3^ edizione della Festa del Lavoro della Cgil di Messina. “Sarà un momento di confronto durante il quale proveremo a determinare un’azione nella quale il lavoro torna al centro dell’attenzione -spiega Lillo Oceano, segretario generale della Cgil di Messina.

Avere trasformato il lavoro in merce economica è all’origine del disastro attuale ed è da qui che dobbiamo ripartire. La nostra è una Repubblica fondata sul lavoro ed il lavoro è il fulcro della democrazia. Si è cittadini perché si partecipa al lavoro e da qui discende la nostra idea di Festa del Lavoro. Perché questa festa sarà un luogo di incontro, riflessione e dibattito”.

All’evento sarà presente anche il neo sindaco Renato Accorinti: cosa si aspetta da lui la Cgil? “Tutta una serie di azioni a sostegno del lavoro -risponde Oceano. Non solo per i dipendenti diretti del Comune e delle partecipate, perché riteniamo che il Comune debba tornare ad essere un luogo centrale dove si progetta e si indirizza. La programmazione è fondamentale e da questa amministrazione ci aspettiamo che ci dia indicazioni ben precise su cosa deve fare la città per ripartire dal punto di vista produttivo”.

La manifestazione inizierà alle 17 con l’apertura degli stand e dei laboratori gratuiti per i bambini e proseguirà poi alle 18 con la tavola rotonda sul tema “La parola alle vertenze locali: le storie della crisi aziendali e di lavoro di questi anni raccontate dai lavoratori”.  Sul palco le storie dei lavoratori delle principali vertenze di Messina e della sua provincia degli ultimi anni: Triscele, Ente Teatro, operai forestali, Aicon, precari della Pubblica Amministrazione, Messinambiente, edili, call center, Blueferries, formazione professionale e i dipendenti dell’Ente Fiera, senza stipendio da 19 mesi e senza alcuna prospettiva per il loro futuro.

Subito dopo è previsto il dibattito su come risolvere i problemi di sviluppo e occupazione a Messina, allargando la discussione anche alla Sicilia. Oltre al sindaco Accorinti, saranno presenti il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, il segretario generale della Cgil Sicilia Michele Magliaro, il presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante; l’assessore regionale al Bilancio Luca Bianchi e il segretario generale della Cgil di Messina Lillo Oceano. Il dibattito verrà moderato dal giornalista della Gazzetta del Sud Piero Orteca.

La serata proseguirà con la musica degli Aventi e con il concerto del cantautore Mario Venuti, che si esibirà sul palco centrale della Fiera.