Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Nuovo appello dell’AIGA ad Accorinti per lavorare insieme

Frida Giuffrida, presidente di AIGA Messina

L’AIGA di Messina richiama all’ordine il sindaco Accorinti. La lettera che gli è stata inviata il 9 luglio scorso è rimasta senza risposta e questa volta l’Associazione Giovani Avvocati Italiani richiede pubblicamente chiarezza su un’eventuale collaborazione con gli under 40 del Foro peloritano.

“A distanza di più di 100 giorni dall’insediamento della Giunta Accorinti alla guida della nostra città -scrive la presidente locale dell’AIGA Frida Giuffrida- la Sezione messinese dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati torna ad interrogarsi e a interrogare il sindaco di Messina e l’assessore delegato al ramo su quali siano i programmi dell’Amministrazione comunale in merito alla gestione del contenzioso e all’accesso dei

giovani avvocati alla tutela e rappresentanza, sia giudiziale che stragiudiziale, degli interessi dell’Ente locale e delle Aziende e Società partecipate, su tutte ATM e AMAM”.

Pochi giorni dopo l’elezione di Accorinti, l’AIGA aveva dato la propria piena disponibilità a collaborare con il nuovo esecutivo di Palazzo Zanca “per individuare con metodo partecipativo le proposte più idonee e innovative per risolvere l’annoso e delicato problema della gestione del contenzioso dell’Ente. Il tutto, dal punto di vista, non sempre ascoltato, della Giovane Avvocatura.

A questo punto -conclude la presidente Giuffrida- concessa al sindaco l’attenuante dello start up della macchina amministrativa, AIGA Messina lancia un nuovo appello, questa volta tramite la stampa locale, fiduciosa di potere presto incontrare i rappresentanti della Giunta municipale per offrire a nome di tutti i giovani colleghi messinesi il proprio contributo di risorse ed idee”.