Nessuna violenza sessuale, il piccolo Loris è stato strangolato

Scoglitti, dove è stato trovato il corpo del piccolo Loris
Scoglitti, dove è stato trovato il corpo del piccolo Loris

Asfissia da strangolamento. A mettere a tacere tutte le ipotesi finora avanzate, compresa quella di violenza sessuale, è il procuratore capo di Ragusa Carmelo Petralia.

In un comunicato stampa il magistrato fa chiarezza su uno degli aspetti della morte del piccolo Andrea Loris Stival, il bambino di 8 anni scomparso sabato mattina davanti alla scuola di Santa Croce di Camerina e il cui cadavere è stato trovato dopo alcune ore in un canalone di cemento a Scoglitti.

“Il piccolo è stato gettato nel canalone da un’altezza di due metri, due metri e mezzo -si legge nella nota. Al momento risulta infondata la presenza di segni di violenza a scopo sessuale. La Procura di Ragusa indaga per sequestro di persona e omicidio, ma al momento non ci

sono persone iscritte nel registro degli indagati. Non trascuriamo alcuna ipotesi, ma ci sono delle piste privilegiate”.

Andrea Loris Stival nella foto distribuita dagli inquirenti durante le ricerche
Andrea Loris Stival nella foto distribuita dagli inquirenti durante le ricerche

Poi l’appello per stemperare la tensione. “La cittadinanza non deve fare una caccia alle streghe -ha invitato Petralia- ma è invitata a collaborare perché il primo consistente aiuto alle indagini può arrivare proprio dal paese. A chi darà una mano sarà garantito anche l’anonimato”.

Intanto proseguono gli interrogatori per ricostruire le ultime ore del piccolo durante la mattinata del 29 novembre scorso.

Da quando la mamma Veronica lo ha lasciato alle 8 davanti alla scuola elementare del paese, a quando poco prima delle 17 il suo piccolo corpo è stato trovato da un cacciatore, che partecipava alle ricerche come volontario.

Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Marco Rota, sono curate dalla Squadra Mobile e dai carabinieri di Ragusa.


Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.