Nella spazzatura di questa città

Nei giorni scorsi riflettevo sul fatto che in questo momento Messina è una sorta di campione rappresentativo di buona parte dei temi caldi dell’attualità, nel bene e nel male.

Ci sono l’emergenza rifiuti, l’emergenza migranti, il sindaco peace & love, una forma quiescente (ma non del tutto spenta) di teatro occupato, il dibattito sui beni comuni, la crisi economica, forte e chiara, e ci sono pure le beghe istituzionali da seguire per i nostalgici delle soap opera di Rete Quattro.

E mi è venuto in mente questo pezzo di Jovanotti del ’99, dall’album Capo Horn, che dà voce alle mie speranze quando dice che “C’è una

grande idea che ancora non si sa, un’ idea che cambierà questa città,  che ci trasformerà e che ci farà vibrare, un’idea che ancora non si può capire non si può vedere, ma c’è”.

Certo non è detto parli di Messina, ma a me piace pensarlo. Intanto, caso vuole, si intitola “Dal basso” e la scelgo come canzone della settimana perché io sì, sono convinta che Messina possa e debba cambiare proprio partendo dal basso.

Preferibilmente un Fender Precision. Che sia ben amplificato e che propaghi vibrazioni di quelle che smuovono cose, che fanno nascere idee. Buona settimana e buon ascolto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *