Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Musica. “Les fêlures de l’âme – Le fessure dell’anima” alla chiesa di Sant’Alberto a Trapani

Paolo Dirani

TRAPANI. La stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani aprirà il mese di marzo  con un concerto per pianoforte insolito e di grande spessore “Les fêlures de l’âme – Le fessure dell’anima”, che andrà in scena venerdì 2 marzo, alle ore 18.30, nella chiesa di Sant’Alberto in via Garibaldi a Trapani.  Un lavoro musico-teatrale di Paolo Dirani che firma regia, testi e immagini, oltre a vestire sulla scena il duplice ruolo di pianista e narratore. Lo spettacolo intreccia in maniera inedita trenta piccoli brani musicali – da Bach a Gershwin passando per i Genesis – suonati dal vivo e accompagnati dallo scorrere simultaneo di altrettanti quadri animati proiettati su grande schermo. Un insolito mosaico video-sonoro, arricchito da brevi storie narrate quasi “a braccio”che donano un respiro leggero alla magica fusione tra suono e immagine. Le musiche per piano solo di les fêlures de l’âme sono contenute integralmente nell’omonimo cd pubblicato da Mobydick.

“Nel nostro intimo vi sono zone profonde, quasi inesplorate, che se raggiunte e attraversate da qualcosa di magico risvegliano e portano in superficie l’incontenibile sensazione della pura gioia di esistere. Quando capita, sono momenti brevi, di pochi secondi: io li chiamo le fessure dell’anima. Les fêlures de l’âme nasce dal desiderio, quasi infantile, di rivivere la vibrazione di quei momenti, come sfogliare l’album delle foto più care e ritornare ancora una volta alle emozioni vissute”. Con queste parole Paolo Dirani ci porta al cuore del suo nuovo spettacolo.

Paolo Dirani si diploma al Conservatorio “Martini” di Bologna con Lidia Proietti, proseguendo gli studi a Milano. Nel 1987 vince il Concorso Internazionale di Stresa nella sezione “Duo Flauto e Pianoforte”. Di rilievo le collaborazioni con il chitarrista venezuelano Alirio Diaz e il Quartetto Fonè. È fondatore del Duo Clavier (pianoforte a quattro mani) e autore ed ideatore di spettacoli come “Domani è un’altra fiaba” con Ivano Marescotti, Suoni da favola (su libro/cd Pendragon) e Requiem, partitura per voci spezzate con Matteo Belli.

Il concerto rientra nel cartellone della sessantacinquesima stagione degli “Amici della Musica”,  realizzata con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e con la collaborazione dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, della Fondazione Pasqua 2000, il Conservatorio di Musica “A. Scontrino” di Trapani, il Goethe Institut e l’Istituto di Cultura Italo Tedesco di Trapani.

I biglietti potranno essere acquistati presso la sede dell’evento a partire da un’ora prima dell’inizio spettacolo: intero euro 7,00, ridotto euro 5,00 (studenti fino a 24 anni, Soci Fondazione Pasqua 2000 per l’anno 2017, possessori Diamond Card, abbonati Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione).