Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Musica a tutto volume, denunciati due esibizionisti

Continuano senza sosta i controlli su strada svolti dal Nucleo Radiomobile dei carabinieri di Messina nell’ambito del piano coordinato di controllo del territorio del capoluogo peloritano.

Ieri l’equipaggio di una gazzella del Nucleo Radiomobile ha denunciato per il reato di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone due conducenti esibizionisti, convinti che montare sulla propria vettura un impianto stereo artigianale, di dimensioni e potenza assolutamente sproporzionate, per diffondere musica a un volume assordante mentre passeggiano nelle ore serali per le vie del centro sia una bella idea per farsi notare.

I soggetti sono stati sorpresi mentre percorrevano il viale San Martino verso piazza Cairoli, guidando le rispettive autovetture in parallelo allo scopo di occupare l’intera carreggiata in verosimile parodia di una parata militare, diffondendo musica ad altissimo volume con un impiantistica stereo artigianalmente installato su entrambi i veicoli. Smontata e sottoposta a sequestro l’impiantistica audio, con l’eventuale sentenza di condanna si rischia anche la confisca e la distruzione della costosa attrezzatura.

Sempre ieri le pattuglie del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri hanno sorpreso a Messina in via D’Anfuso e in via Catania, rispettivamente alla guida di un motorino e di un’auto, un ventunenne e una ventitreenne entrambi messinesi sprovvisti de documenti di guida. I due sono stati denunciati in stato di libertà per guida senza patente.

Segnalato inoltre alla Prefettura di Messina quale consumatore di sostanze stupefacenti un ventiduenne controllato in viale Giostra mentre era in compagnia di altri coetanei e trovato in possesso, dopo la perquisizione personale, di un involucro contenente un grammo di marijuana trovato nelle tasca del giubbino e di una sigaretta artigianale composta da tabacco e dalla stessa sostanza stupefacente trovata ai piedi del ragazzo. Lo stupefacente è stato sequestrato in attesa di essere sottoposto ai previsti esami di laboratorio.