Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Morto nel carcere di Taranto il detenuto barcellonese Salvatore Piccolo

Stamattina è morto nella casa circondariale Carmelo Magli di Taranto, il 54enne barcellonese Salvatore Piccolo. L’uomo era rinchiuso dal 24 gennaio 2018 a seguito dell’ordinanza Gotha 7 eseguita; – mentre si trovava già detenuto- era stato inoltre attinto dall’ordinanza custodiale dell’operazione “Dinastia”, in seno alla quale il prossimo 30 di maggio si sarebbe discussa la

posizione nello stralcio abbreviato al quale l’imputato aveva fatto accesso e per il quale la DDA di Messina aveva richiesto la condanna a 3 anni.

Espletati gli accertamenti del caso, la Procura della Repubblica di Taranto ha disposto la traslazione della salma  all’ospedale Annunziata di Taranto dove nei prossimi giorni è probabile che venga eseguito l’esame autoptico per stabilire le esatte cause della morte.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.