Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Morte immigrato, Mantineo scrive all’ambasciatore del Marocco

L'assessore Nino Mantineo

Lettera dell’assessore alle Politiche sociali Nino Mantineo all’ambasciatore del Regno del Marocco in Italia Hassan Abouyoub per esprimere il cordoglio dell’Amministrazione comunale per la morte del cittadino marocchino, avvenuta ieri sul litorale di Messina.

“Desidero esprimerle il profondo senso di tristezza che la notizia della morte del suo connazionale Jouners El Kadiri, avvenuta per una tragica fatalità, ha destato in me e nella comunità messinese -scrive Mantineo. Nel manifestarle la solidarietà dell’Amministrazione comunale, ci associamo al dolore dei familiari e dei marocchini che vivono in Italia per l’evento che ha colpito la sua comunità.

Questo lutto, pur essendo nelle dinamiche diverso dalle morti avvenute nell’attraversamento del Mar Mediterraneo, deve indurre noi italiani ad una riflessione sulla disponibilità, sull’apertura e sull’accoglienza riservata ai cittadini extracomunitari.

Ci addolora infatti che in questa tragica fatalità si sia registrata l’indifferenza dei cittadini astanti, che tuttavia non rappresentano l’intera comunità messinese e siciliana.

Rammaricato -ha concluso l’assessore Mantineo- per non avere registrato quella sensibilità e quell’attenzione che un simile evento avrebbe richiesto, ma confidando nel nuovo percorso politico-amministrativo della città di Messina, auspico il massimo rispetto verso tutti, indipendentemente dall’etnia, dalla razza, dalla religione e dal genere rappresentato”.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.