Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Modica. Sequestrato un panificio abusivo nel centro storico

Polizia_Ragusa_ModicaI poliziotti del Commissariato di Modica hanno scoperto un panificio abusivo in pieno centro storico. Era sprovvisto di ogni autorizzazione e certificazione sanitaria. Il forno specializzato nella produzione artigianale di pane casereccio, operava esclusivamente in orari notturni per sfuggire ai controlli.

“L’attività è stata scoperta da una pattuglia della Polizia che, in servizio di controllo del territorio in un quartiere del centro storico – spiegano dal Commissariato di Modica – ha notato che da una abitazione fatiscente fuoriusciva odore di pane appena sfornato, misto a quello di legna bruciata. Insospettiti che in quel immobile si svolgesse attività abusiva di panificazione, nelle nottate successive sono stati predisposti una serie di appostamenti che hanno confermato l’attività di panificazione artigianale”.

E così, è stato disposto un controllo congiunto della Polizia e dei medici del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione di Modica, per verificare se il panificio fosse in possesso dei requisiti richiesti dalla legge, soprattutto, a tutela dei consumatori.

E così, la settimana scorsa,  dall’ispezione dei luoghi, eseguita in orario notturno, è emerso che il titolare, un modicano di 43 anni, avvalendosi della collaborazione di una coppia di giovani, non solo panificava abusivamente, ma operavano in precarie condizioni igienico sanitarie.

Nel piccolissimo locale, uno dei collaboratori aveva, addirittura, trasferito il proprio domicilio, dormendo su un materasso poggiato a terra vicino al forno a legna.

Al termine dell’ispezione per il titolare è scattata l’immediata chiusura del panificio, oltre alla sanzione amministrativa di tremila euro. Il locale è stato chiuso fino a quando il titolare non si munirà delle prescritte autorizzazioni sanitarie.