Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

10 Fashion mistakes- “La vendetta”

Benvenute mie care al secondo appuntamento con “10 fashion mistakes” e a quelle di voi che sono rimaste in sospeso per tutta la settimana in trepidante attesa di questo seconda parte dico semplicemente: “bando alle ciance, si parteee”.

Riprendiamo quindi il discorso da dove lo avevamo lasciato e andiamo al punto

6)L’intimo sarebbe meglio restasse “intimo”

Avrete certamente capito a cosa mi riferisco: BANDITI assolutamente in ogni circostanza gli slip a vista. Vi siete accorte che è di moda la vita alta? Ecco, un motivo ci sarà e mai tendenza fu così appropriata. Quindi che siate donne o uomini e sia ben chiaro che i maschietti non sono per nulla esonerati da quanto segue, evitate la pubblica esposizione del vostro intimo (sederi nudi inclusi). C’è poco da fare:  le mutande così come il resto, devono essere coperte. Punto e basta.

7)Cercate di evitare l’effetto “zampa di cammello”

Mi spiego meglio. Avete presente cosa succede se utilizzate dei pantaloni troppo attillati o che sono stati alzati in vita più del previsto? Beh, diciamo che indossandoli eccessivamente piccoli o stretti rischiereste di evidenziare in modo decisamente poco elegante la zona tra le gambe. Un effetto che per l’appunto all’estero è definito “zampa di cammello”.

8)Diciamo basta ai segni dello stendiabiti

Un altro errore decisamente imperdonabile mie care, è uscire con indumenti rimasti segnati pesantemente dalle mollette, dai fili o dalle stampelle che avete usato per appenderli dopo averli lavati! Se vi manca il tempo di stirare i vestiti appena asciugati dovrete evitare di indossarli optando per altre mise, perché un look stropicciato per mancanza di tempo non è di moda, anzi è decisamente OUT!

9)L’ennesimo severo No sarà destinato ai maglioncini infeltriti.

Ammettiamolo dai, ce n’è almeno uno nell’armadio di ogni donna. Quel maglioncino di lana caldo caldo che non ci azzardiamo a buttare e che anzi continuiamo ad usare ignorando l’evidente stato pietoso in cui si trova. Ecco mie care modaiole, mi sa proprio che è giunto il momento di dire addio al compagno fedele dei freddi inverni. Sì, parlo proprio di quello infeltrito e pieno di pelucchi e pallini che tanto amate. La cosa da fare in questo caso è una sola: buttarlo o darlo via, perché se lo metterete da parte prima o poi state certe che ritornerà tra i vostri capi “top” invernali.

Eccoci giunte al tanto atteso, ultimo punto.

10)Il calzino guerriero

Il problema del “calzino guerriero” merita un’attenta analisi. Io capisco che camminando tanto o essendo soggetto a numerossissimi lavaggi il calzino non goda di una vita facile. Ma proprio per questo è giusto oltre che necessario avere a disposizione un vasto ricambio di questi  fedeli compagni dei nostri piedi. E non vale la regola dell’ “è coperto dalla scarpa, tanto non lo vede nessuno” perché potrebbe capitare in qualsiasi momento di dover togliere la scarpa in pubblico causa forza maggiore . Come vi sentireste a dover mostrare un calzino che offre una splendida vista mare ad una delle vostra dita dei piedi?

Spero come sempre che i miei consigli vi possano tornare utili e vi do appuntamento alla prossima settimana.