#Mistatetuttisultacco. Il gusto dell’orrido e i video su facebook

Mariangela Donato
Mariangela Donato

Cari lettori vicini e lontani, amici, seguaci, simpatizzanti, stalker e non, dall’altra parte dello schermo del pc c’è come al solito la Donato che vi scrive e oggi lo faccio su un problema a molti, che a quanto pare attira l’attenzione dei media e anche dei social. Non so in realtà se qualcuno ne abbia già parlato e abbia dedicato un po’ di attenzione alla trasmissione di Real Time sulle malattie imbarazzanti. Però è vero che al peggio non c’è mai fine. Mi rivolgo a te caro lettore, tu che sicuramente in qualche parte del corpo lo hai e che quindi riformandosi spesso potresti avere la curiosità di andare a cliccare uno di quei video che stanno spopolando su facebook  intitolati “neppure la

dottoressa poteva credere a quello che è successo quando…..”. Nell’immagine del video prima di cliccare sul play si vede una zona del corpo spesso diversa con una grande pustola che a vista sembra un po’ gonfia e si supponga sia quindi ricca di “materiale”. Non crederete ai vostri occhi, quando la dottoressa ha iniziato a strizzare, guardate cosa è successo….

Adesso, non so cosa sia successo al tipo che ha deciso di pubblicare questi video né cosa succede se cliccate su play e iniziate a guardare questa fuoriuscita di un qualcosa che sinceramente non oso nemmeno immaginare. Ma una grande realtà ve la racconto: personalmente, il latte che mi ha dato mia madre, solo al pensiero di andare a vedere e scoprire ciò che di incredibile aveva fatto una dottoressa in quel video, andò su in un attimo come se non fossero passati 36 anni. Quindi non lo guardo e non capisco l’esistenza e la necessità di mettere in rete il video della strizzatura o, come lo chiameremmo noi messinesi, #spremerenapetraisuli #alpeggiononcemaifine
#strizzailcoccio.

Mariangela Donato

Speaker radiofonica, blogger, conduttrice tv, mamma, portatrice sana di battute a raffica anche quando è giù di corda e chi più ne ha più ne metta, La Donato “viveur” è una messinese in fissa con il “savoir faire”. Su Sicilians scrive su abitudini e modi di fare soliti e insoliti, nostrani e non, prendendoli e prendendosi un po' in giro. La sua rubrica "Mi state tutti sul tacco" è la penna pettegola e pungente del nostro giornale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.