Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Misilmeri. Al via la prima edizione del Premio letterario Mimì Marchese

marcheseSi svolgerà alle 17 nell’Aula Consiliare Rocco Chinnici di Misilmeri, domenica 23 aprile 2017, in occasione della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, la prima edizione del Premio Letterario Mimì Marchese all’opera prima. Il premio letterario è promosso dal Comune di Misilmeri per ricordare un’intellettuale locale.
Nata a Misilmeri il 21 aprile 1917, Mimì Marchese ha vissuto di cultura e di impegno sociale. E’ stata educatrice, scrittrice, poetessa, saggista. Fortemente impegnata in politica, è stata la prima donna a ricoprire la carica di consigliere comunale in paese, ha pagato sulla propria pelle la rivendicazione della propria identità sessuale.
Il premio intende rispondere all’esigenza di rivitalizzare la cultura dello scrivere e del comporre esercitando un’azione dal basso volta a coinvolgere il maggior numero di cittadini. Un apposito regolamento, approvato dalla giunta comunale, struttura il premio in due sezioni: la prima è quella relativa ad un’opera prima edita nell’anno precedente all’emanazione del bando, la seconda ad una poesia o un elaborato scritti da uno degli studenti della locale scuola secondaria di primo grado. La trasparenza delle scelte sarà garantita
da una giuria tecnica appositamente istituita, costituita dal sindaco o da un assessore delegato, da un editor, da un librario, da un giornalista, da un insegnante responsabile del servizio biblioteca all’interno della scuola media locale e da una figura di alto profilo culturale che svolgerà la funzione di presidente.
Il Premio Letterario Mimì Marchese all’opera prima, diventerà per Misilmeri un appuntamento fisso a cadenza annuale. Il programma della manifestazione di domenica 23 aprile prevede un seminario con interventi di Nicola Grato, docente materie letterarie, saggista, che introdurrà Le poesie di Mimì Marchese, Santo Lombino, docente di filosofia, storico e saggista, su Riflessioni su “Cristianesimo e cattolicesimo nell’età contemporanea. L’altra campana”, Valerio Bonanno, che restituirà una testimonianza sulla figura di Mimì Marchese.
Prevista la lettura di alcuni elaborati a cura degli studenti della scuola media statale Cosmo Guastella, impegnati in un progetto extracurriculare sul tema della parità di genere, e la lettura di alcune poesie di Mimì Marchese. A declamarle sarà Fabiola Aleppi. Introdurrà i lavori Elisabetta Ferraro, assessore alla cultura del comune di Misilmeri. Modera Antonella Folgheretti, giornalista.
A conclusione della manifestazione sarà premiato lo scrittore Angelo Aliquò autore del romanzo dal titolo Carta, forbice e pietra. Breve storia di passione, ragione e forza edizione Kimerik.