Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Minori adottati e scuola, Accorinti firma il protocollo d’intesa

Siglato oggi nella Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca il protocollo di buone prassi per l’accoglienza a scuola dei minori adottati.

A firmarlo il sindaco Renato Accorinti in rappresentanza del Dipartimento Sociale del Comune di Messina, dal dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Messina Emilio Grasso, dal direttore dell’UOC servizio di psicologia dell’ASP 5 Messina Luisa Lo Giudice e da Luisa Ferlazzo, responsabile dell’Associazione “Genitori si diventa” sezione di Messina per il coordinamento CARE.

Il sindaco Accorinti ha evidenziato che “Ieri si è celebrata la 24^ Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, occasione per confermare l’impegno dell’Amministrazione comunale a favore dei cittadini più piccoli, fascia che mi è molto cara per quanto realizzato nell’ambito professionale scolastico.

Nonostante ci sia un generale consenso sull’importanza dei più piccoli, ancora oggi molti bambini e adolescenti, anche nella nostra città, sono vittime di violenze o abusi, discriminazioni, emarginazioni o vivono in condizioni di grave trascuratezza.

Sin dal mio inserimento abbiamo trasmesso chiari segnali per la valorizzazione della nuova generazione, patrimonio della città e bene comune, da sviluppare e curare secondo un modello ecologico. La stessa sensibilità è stata espressa dalla Giunta comunale, che ha dimostrato di prestare
attenzione ai bisogni dei bambini e dei ragazzi, promuovendo iniziative innovative, espressione di una cultura inclusiva e protettiva. È questa l’occasione per formalizzare, anche a nome dell’Amministrazione comunale, atti concreti e dichiarare la linea di pensiero istituzionale con l’obiettivo di sensibilizzare gli enti e la cittadinanza nell’applicazione di prassi virtuose a tutela dei diritti fondamentali dei bambini e degli adolescenti.

Traggo spunto dalle istanze pervenute dai soggetti istituzionali e dall’associazionismo per farmi portavoce delle tematiche da inserire nel manifesto Mettiamo in Comune il rispetto dei diritti dei bambini e degli adolescenti con il quale mi impegno alla realizzazione nei quartieri della città di luoghi per crescere dedicati a tutti i bambini, nei quali possano sperimentare altre forme di socializzazione e di crescita culturale.

Impegno che vale anche per la difesa di azioni dedicate alla protezione dei bambini, in particolare quelle necessarie alla tutela di minori maltrattati ed abusati, per la promozione di attività di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza per una cultura di tutela e di protezione dell’infanzia, per la diffusione nei luoghi frequentati dai bambini e dai giovani (scuole, librerie, parrocchie, strutture sportive, ambulatori pediatrici) di regole di comportamento auto-protettive, per la promozione di iniziative dirette allo sviluppo delle forme di accoglienza di minori, privilegiando la soluzione dell’affido familiare e per l’abbattimento di ogni ostacolo che impedisca l’accesso ai diritti da parte dei minori con disabilità”.