Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Milazzo, stalking per mesi alla ex compagna e alla fine l’arresto

Una storia di stalking come tante altre, che per fortuna non ha avuto un epilogo tragico. Lei ha 30 anni e a marzo decide di lasciare il proprio compagno, il 25enne barcellonese S.A..

Che però non si arrende e da quel momento inizia a perseguitarla con violenze sia fisiche che verbali non solo nei suoi confronti, ma anche verso il nuovo fidanzato, torturato con telefonate e sms.

Fino alla notte scorsa, quando i militari dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia Carabinieri di Milazzo lo hanno arrestato insieme al fratello 29enne A.A. con l’accusa di atti persecutori.

La notte scorsa, verso l’una, proprio nei pressi della caserma dove ha sede la Compagnia Carabinieri di Milazzo, due auto sono arrivate a forte velocità e si sono fermate proprio vicino al portone d’ingresso.

Da

una delle due sono scesi i barcellonesi, che si sono scagliati contro l’altra macchina nella quale si trovava la coppia vittima delle persecuzioni. Dopo avere colpito più volte l’autovettura, i due fratelli sono riusciti a mettere le mani sul ragazzo e a prenderlo a calci e pugni.

Sentendo le urla i carabinieri si sono precipitati fuori e dopo una breve colluttazione sono riusciti a bloccare i due energumeni. Sono immediatamente scattati gli accertamenti e i militari dell’Arma sono riusciti a ricostruire la storia.

A causa dell’aggressione la coppia è finita in ospedale. Le lesioni dell’uomo sono state giudicate guaribili in 10 giorni, mentre alla sua compagna è stato diagnosticato uno stato d’ansia reattivo.

Dopo le formalità di rito i due bruti sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Milazzo, in attesa del giudizio direttissimo che si terrà presso la sezione distaccata di Milazzo del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto.