Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Milazzo. Referendum inceneritore: oltre il 95% dei votanti sceglie la vita

Referendum inceneritoreCon oltre il 95% dei no San Filippo del Mela e Gualtieri Sicaminò seppelliscono l’inceneritore della Valle del Mela. 

“Adesso né Crocetta né Renzi né il ministro Galletti possono ignorare la volontà di migliaia di cittadini -dichiarano dal Comitato del No. Adesso sarà più difficile per tutti loro imporre dall’alto gli interessi particolari della lobby degli inceneritori.

I cittadini di Gualtieri Sicaminò e San Filippo del Mela hanno dimostrato responsabilità e sensibilità, hanno dimostrato di sapere ancora sognare un futuro diverso, che non puzzi di petrolio e spazzatura.

Il monito che arriva a tutte le amministrazioni del comprensorio è che le persone vogliono essere protagoniste delle scelte importanti per la loro vita. La lotta contro l’inceneritore del Mela passa per la partecipazione popolare”.

Nonostante la valanga di no di chi ha votato, a San Filippo del Mela l’affluenza si è fermata al di sotto del 43% e non è quindi stato raggiunto il quorum del 50% più 1. Soglia invece superata a Gualtieri Sicaminò.

Prossimo appuntamento il 6 marzo, quando si voterà anche a Pace del Mela. “Pretendiamo che la volontà dei cittadini sia considerata della massima rilevanza -commentano ancora dal Comitato del No- e che l’istituto referendario sia esteso a tutti i Comuni del territorio”.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.