#Milazzo. Arrestato catanese per furto da 200.000 euro alla Celertrasporti di Pace del Mela

Carmelo Viglianesi
Carmelo Viglianesi

Stamane i militari della Compagnia Carabinieri di Milazzo hanno arrestato il catanese Carmelo Salvatore Viglianesi, 58 anni, ed eseguito un provvedimento di divieto di dimora e accesso nella Regione Siciliana per un suo complice, come disposto dal GIP del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto su richiesta della Procura della Repubblica. I due sono ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso. La misura scaturisce da un’intensa attività info-investigativa sviluppata dal personale del NORM – Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Milazzo, insieme al RIS di Messina, che ha permesso, attraverso l’accurata analisi della scena del crimine, di acquisire utili e validi elementi probatori a carico degli indagati, permettendone l’identificazione e la cattura. L’episodio cui fa riferimento il provvedimento in parola si è verificato nella notte compresa tra il 2 e il 3 dicembre 2015 quando i due catanesi, introducendosi all’interno del capannone della ditta Celetrasporti nella zona industriale dell’area mamertina ricadente nella territorio del Comune di Pace del Mela, hanno rubato merci

e materiali edili di varia natura, un autocarro e una pala gommata, per un ammontare di 200.000 euro.

Le indagini, prontamente avviate, grazie anche all’attività di coordinamento, collaborazione e circolarità informativa, hanno permesso di rinvenire i due mezzi nel porto di Catania e di restituirli al legittimo proprietario. Ciononostante, l’attività investigativa è stata proseguita fino all’identificazione dei responsabili del furto. Attraverso una capillare ricostruzione delle immagini acquisite in prossimità del luogo del reato e con l’attivazione di tutte le unità presenti sul territorio della Compagnia di Milazzo, insieme all’analisi dei controlli effettuati nelle settimane precedenti sui due malviventi, entrambi con precedenti di polizia specifici, si è riusciti a stringere il cerchio su entrambi.

Tra l’altro, Viglianesi è stato arrestato in flagranza di reato dagli uomini del NORM – Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Modica, il 25 aprile scorso mentre rubava in una ditta casearia di Pozzallo, in provincia di Ragusa. Grazie agli elementi raccolti dagli inquirenti, coordinati dal sostituto procuratore Alessandro Liprino, stamane Viglianesi è stato condotto in carcere, mentre B. F., 22enne e anch’egli di Catania, incensurato, è stato allontanato dal territorio della Sicilia con conseguente imposizione del divieto di accesso nel territorio dell’isola.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.