Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Michele Sorbera è il nuovo direttore di Confesercenti Sicilia


Michele Sorbera, direttore Confesercenti Sicilia

Michele Sorbera è il nuovo direttore di Confesercenti Sicilia. A proporlo il presidente Vittorio Messina. Originario di Sant’Angelo di Brolo, 57 anni, Sorbera è stato nominato all’unanimità dalla presidenza regionale Confesercenti riunitasi a Palermo nella sede di Piazza Politeama.

La nomina di Sorbera, accompagnata dall’elezione della Giunta regionale, completa il percorso di rinnovo delle cariche della Confesercenti siciliana. Sia il presidente che il direttore regionale sono al primo mandato.

Vittorio Messina oltre ad essere presidente della Confesercenti di Agrigento è anche presidente della Camera di Commercio girgentina, mentre Michele Sorbera è stato per molti anni direttore della Confesercenti di Messina.

E proprio la Confesercenti peloritana è stata protagonista negli ultimi anni di una costante crescita sia in termini associativi che di erogazione dei servizi, diventano un riferimento per le imprese del commercio, del turismo, dei servizi e, più in generale, del lavoro autonomo.

Segno palese di questa crescita, l’inaugurazione alla presenza del direttore nazionale Pino Capanna, della nuova sede provinciale la recente richiesta a tutti i sindaci del comprensorio messinese di ridurre i tributi locali che gravano sulla piccole e medie imprese.

“A sottolineare il peso crescente assunto in termini di capacità di rappresentanza e di qualità dei servizi dalla Confesercenti di Messina all’interno del sistema Confesercenti -spiega Sorbera- è la presenza di imprenditori messinesi nella Giunta regionale, della quale fanno parte Giovanni Calabrò, Stello Bossa e Daniele Andronaco”.

Intanto, mercoledì prossimo i soci di Confesercenti Messina saranno protagonisti di un collegamento in diretta da via dei Mille con la platea dell’Assemblea elettiva nazionale che si terrà a Roma alla presenza dei massimi vertici dell’Associazione, del Governo e delle rappresentanze politiche e sociali.