Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Mi state tutti sul tacco #messinasenzacqua prima parte #noncirestacheridere

Mariangela Donato
Mariangela Donato

Che Messina e i messinesi ci tengono a seguire le tendenze lo sapevamo, che la storia degli hashtag ci stesse sfuggendo di mano (e prometto solennemente di parlarne in un secondo momento) è sotto gli occhi di tutti, ma che l’hashtag virale, a livello nazionale, della settimana appena trascorsa fosse proprio Made in Buddacity non ce lo aspettavamo. 

Ecco che sbarca sul web il peggiore dei tormentoni, tre parole tre, scritte senza spazio e anticipate dal cancelletto: #messinasenzacqua… E pensare che proprio la scorsa settimana nella mia rubrica #Mi state tutti sul tacco consigliavo di lavarsi.
Sabato 24 ottobre, cena a casa dai miei genitori, la mia dolce sorella dice con voce sensuale ma utilizzando un esclamativo poco oxfordiano leggendo qualcosa dal proprio smartphone: “Mi..hia! Messina senz’acqua… c’è un guasto alla rete idrica”.
Beh, amici, vi dirò che da proprietaria di serbatoio me ne sono un po’ fregata di questa notizia. Idem mamma, papà, nonna, zii e gli animali domestici presenti. Domenica 25 ottobre 2015, sveglia caffè barba e bidet, canticchiava Fantozzi e visto che io caffè non ne bevo e la barba, ringraziando al cielo, non la faccio, passo alla pratica numero 3: il bidet. Ops, un filo
d’acqua! Non mi faccio prendere dal panico, ma in verità vi dico che ha preso subito una bottiglia di Fontenoce, ho continuato a espletare ciò che era già in corso e ho pensato tra me e me: “Ma non è che la notizia di mia sorella di ieri sera era vera?”.
Sappiamo tutti che la fonte di certezza assoluta ormai non sono più i telegiornali, ma che se la notizia è vera te lo dice Facebook. Così accedo e inizio a leggere di tutto: link assurdi e spiritosi (‘mbè sì, inizialmente il primo giorno ancora tutti scherzavano) gente che offriva docce nell’amicizia, ricerche di bidoni e fontane, anche se la cosa che mi ha fatto ridere in assoluto è stato il post di un’amica che scriveva: “stamane ho lavato le mie ascelle con l’acqua Sant’Anna e ho fatto il bidet con la Perrier!”.
A quel punto ho pensato che io ero stata davvero ingiusta con “la mia”. Perché quella mia amica meritava un’acqua così importante? Mi sembrava il caso di dire #commarecelhaidoro???
Adesso, vi inviterei a pensare a come avete sostituito voi l’acqua corrente in queste due settimane di emergenza e con cosa. Spero quindi che abbiate ben onorato le vostre parti intime. Non trovando al supermercato di Faro di Suso l’acqua Perrier mi sono accontentata della Levissima (e non perché volessi darmi un tono, ma perché anche l’acqua potabile nei supermercati stava finendo), sperando che comunque, in qualche modo o maniera, con acqua potabile, santa e/o piovana vi siate potuti lavare.
Tra qualche ora l’Alcantara dovrebbe riprendere a erogare un po’ d’acqua, è arrivato l’Esercito e nel tentativo di sdrammatizzare vi lascio con un hashtag spiritoso, in dialetto messinese e futuristico #maoraalavatriciaputemutaccari? #messinasenzacqua #noncirestacheridere

 

Mariangela Donato

Speaker radiofonica, blogger, conduttrice tv, mamma, portatrice sana di battute a raffica anche quando è giù di corda e chi più ne ha più ne metta, La Donato “viveur” è una messinese in fissa con il “savoir faire”. Su Sicilians scrive su abitudini e modi di fare soliti e insoliti, nostrani e non, prendendoli e prendendosi un po' in giro. La sua rubrica "Mi state tutti sul tacco" è la penna pettegola e pungente del nostro giornale.