Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Meteo in Sicilia. Fine settimana variabile e scampoli di primavera da lunedì

Foto Paolo Furrer
Foto Paolo Furrer

L’inverno sta mostrando il suo volto più duro in Sicilia, come non si vedeva da molti anni. Tutte le province siciliane hanno visto ingenti quantitativi di piogge, così come sfuriate di vento, fenomeni temporaleschi, grandinate, mareggiate, disagi e neve anche al livello del mare.

Tanto che bisogna scomodare il 1999 per la neve in spiaggia. Stavolta l’inverno in corso ha voluto stupire tutti con vari eventi nevosi sulle nostre colline, ma a far parlare di sé adesso è senza dubbio l’Etna, grazie al suo manto nevoso che ormai ha superato in più punti i 2 metri d’altezza, come accadde nel 2012.

Detto questo, la perturbazione che ha arrecato forti temporali soprattutto sul catanese e sull’acese sta ormai perdendo vigore, ma ancora riesce a influenzare in parte il clima siciliano per via di una nuvolosità frastagliata e irregolare, stavolta maggiormente presente tra il palermitano e la costa settentrionale dell’Isola.

Il tempo previsto per questa fine settimana sarà prettamente variabile e mutevole, ma le schiarite e le aree soleggiate saranno frequenti, soprattutto domenica. Ancora possibili piovaschi, in particolar modo nelle ore pomeridiane di oggi, sabato 28 febbraio, tra zone interne della Sicilia, Peloritani meridionali ed area etnea, mentre altrove non si escludono locali corrucciamenti del cielo con momentanei fenomeni di breve durata.

Cieli più azzurri e clima più stabile domani, domenica 1 marzo. Peraltro, il primo giorno di questo mese coincide convenzionalmente con l’avvento della primavera meteorologica, che non ha nulla a che vedere con quella astronomica. Da segnalare solo locali annuvolamenti sul messinese e zone montuose della Sicilia.

Valori termici in linea con le medie stagionali, con escursione termica moderata nelle ore notturne specie in presenza di cieli sereni notturni. Attenzione alle vie di comunicazione in alta montagna recentemente innevate, dove si potrebbe celare qualche lastra di ghiaccio al primo mattino.

Buone notizie per l’inizio della prima settimana di marzo grazie al ritorno dell’alta pressione delle Azzorre, che regalerà splendide giornate e clima mite, tanto che nelle ore centrali del giorno si respirerà aria di rinnovamento e di primavera.

Attenzione però alle delusioni e alle illusioni facili, perché l’alta pressione non durerà molto e potrebbe presto lasciare la nostra Isola e riconsegnarci  nuovamente alle gelide correnti del nord Europa. Ma di questo ne riparleremo nel prossimo bollettino.