Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Meteo dello Stretto. Sarà estate fino a sabato, domenica arriva il maestrale

11986571_1707214456165428_686418143092834751_nQuesto caldo è insopportabile! Questa è la frase ricorrente tra le vie del centro e sui social network alla luce del clima che gran parte del centro/sud sta patendo in questo ultimo scorcio di estate.

La giornata di giovedì 17 settembre potrebbe essere ricordata nella storia climatica per gli svariati record che sono stati battuti non solo in Sicilia, ma in particolar modo nel versante adriatico e in Puglia, così nei Balcani, dove la situazione è stata davvero pesante.

Una vera fornace come si può evincere dalla mappa a corredo, nemmeno in pieno agosto un caldo di tale portata ed estensione. Per fortuna, l’insolazione non è quella di un mese fa e le inversioni termiche mitigano in un certo senso 11917484_10206828655108535_8519219310168235040_nl’azione dell’alta pressione sub tropicale, ma anche di notte l’aria che si respira è quella sahariana Doc, torrida e pesante con pulviscolo desertico.

Venerdì 18 si replicherà nuovamente soprattutto dalla Sicilia alla Puglia con picchi prossimi ai 38/40 gradi nelle stesse località che si sono messe già in evidenza, ma a nord inizia a smantellarsi la struttura responsabile di tanto calore.

Sabato 19 non escludiamo che nello Stretto di Messina e nella fascia jonica possa fare addirittura più caldo, specie nella prima parte del giorno per la rotazione della ventilazione da Libeccio, per cui chi si aspetta una rinfrescata in questo frangente rimarrà assai deluso perchè di mattina la colonnina di mercurio potrebbe segnare ancora valori di 33/35 gradi sulle coste.

Il miracolo avverrà non prima della notte/mattina di Domenica 20 quando dal Tirreno giungeranno venti di ponente e maestrale e un tappeto di nubi basse che rapidamente si addenseranno lungo i Peloritani, indice che l’aria fresca sta per scalzare la cappa africana.

11903870_10207652910948717_7654030061219162239_nAttenzione alle condizioni meteo marine in rapido peggioramento, l’avviso è rivolto a tutti quei natanti e pescatori che stanno approfittando ancora del mare meraviglioso di queste ore.

Bisogna evitare ogni battuta di pesca nel Tirreno a partire dalla sera di sabato, quando saranno già possibili le prime avvisaglie ventose per il cedimento dell’0nda calda.

A seguire, tra il pomeriggio e la notte di domenica potrebbero giungere anche piogge intermittenti, acquazzoni fugaci e forse qualche manifestazione temporalesca in mare, il tutto accompagnato da un vistoso crollo termico. Anche in questo caso non fatevi cogliere impreparati agli sbalzi termici. Miglioramento generale entro la sera di Lunedì 21 con la cessazione dei fenomeni ma l’aria diverrà piacevolissima e la cappa nord africana solo un lontano incubo.

 

Autore: Salvatore Filloramo.
Fonte: Stretto Meteo.