Meteo dello Stretto. In arrivo una seconda decade di luglio molto afosa

europa meridionale2Il caldo degli ultimi giorni, spesso afoso in riva allo Stretto, è solo l’antipasto di ciò che potrà arrivare soprattutto da domani 14 luglio, con un netto aumento del disagio fisico che si protrarrà per gran parte del mese in corso con pochissime pause.

Siamo nel bel mezzo del solleone e anche se la colonnina di mercurio non farà registrare lungo le aree costiere temperature molto elevate, sarà l’afa con il tasso di umidità alle stelle a farla da padrona soprattutto nelle ore serali, nelle prime ore della notte e durante le ore centrali del giorno.

Non avremo una condizione di caldo torrido con elevate temperature, bensì valori più contenuti ma contornati da alti tassi di U.R. che produrranno le classiche sudate anche stando fermi.

I mari ormai bollenti, con temperature estreme visto il periodo, con la parte superficiale dei bacini compresa tra i 26 e i 27°C del basso Tirreno e i 24-25°C dello Ionio, sarà la causa concomitante che farà

sì che in questo periodo non ci sarà più il classico refrigerio termico neanche nelle aree vicino alle coste.

ReursstDifferente il discorso per le aree interne, nelle vallate e nei sobborghi di Peloritani, dove il caldo sarà torrido.

Qui ci aspettiamo temperature che nel corso dei prossimi giorni, con picco tra metà mese e la parte iniziale della terza decade, potranno superare abbondantemente la soglia dei 32-33°C con picchi anche di 36-37°C.

2015071206_201507102157_1_stormforecast_xml
Nessun cambio è previsto da qui a fine mese.

Sarà estate piena e un da record invece per zone dell’Europa centro-occidentale, con picchi di anomalia positiva tra Spagna, Francia, zone del Centro Europa e centro-nord Italia.

Qui sì il  del 2015 sarà da ricordare e archiviare come uno tra i più caldi della storia.

Autore: Giovanni Micalizzi.
Fonte: Stretto Meteo.

 

Stretto Meteo

Stretto Meteo è un portale che nasce per la passione verso la meteorologia, la natura e l’ambiente, ma soprattutto per questo splendido angolo d’Italia, lo Stretto di Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.