Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Messinambiente, la raccolta non si è fermata e all’ATO arrivano oltre 5 milioni dal Comune

Assemblea dei lavoratori di Messinambiente

“Nessuno stop alla raccolta. Avevamo le scorte e abbiamo utilizzato quelle. Tutti i mezzi sono usciti regolarmente e così sarà anche oggi”.

Da Messinambiente gettano acqua sul fuoco sulla notizia del blocco della raccolta o di un servizio parziale.

“Certo -aggiungono- i problemi sono quelli di sempre, ma di fermare i mezzi non se ne parla. Quando arriva qualche pagamento tamponiamo come possiamo i fornitori e per un po’ respiriamo. Oggi arriverà l’altro gasolio, quello che ci avrebbero dovuto consegnare mercoledì scorso, e non ci saranno problemi di fermo”.

Intanto, con la determina 6 del 5 marzo appena andata in pubblicazione, il dirigente dei Rapporti con le Partecipate del Comune di Messina Nino Cama ha dato il via libera al pagamento all’ATO 3 delle spettanze dovute per il mese scorso.

E così nelle casse dell’Azienda stanno per arrivare 3 milioni 333 mila euro, con i quali si potranno pagare gli stipendi, oltre ai 2 milioni e 100 del saldo di febbraio dati ieri con i quali si farà fronte ai contributi dei lavoratori e al carburante. Restano in sospeso i saldi di dicembre (2 milioni e mezzo) e di gennaio (2 milioni e 300 mila euro).

“Oggi avremo un incontro in azienda per la conciliazione preventiva -spiega il segretario generale della FP Cgil di Messina Clara Crocè- perché essendo un’azienda pubblica dobbiamo predisporre eventuali scioperi in anticipo. Per ora non ci sono proteste all’orizzonte, ma la vecchia Giunta ci aveva abituato così e preferiamo non essere impreparati di fronte alle emergenze”.