Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

MessinaAttivitàParanormale. Alla scoperta di Forte Gonzaga tra storia e mistero

MESSINA. Castel Gonzaga è un esempio dell’evoluzione architettonica militare cinquecentesca messinese. La fortezza è senz’altro tra le più importanti dal punto di vista storico della città. Prende il nome dal viceré don Ferrante Gonzaga, figlio del marchese di Mantova e di Isabella d’Este, che considerava Messina come “la chiave del sistema di difesa del regno”. Il castello era strategico nel controllo dei movimenti in tutto lo Stretto e in particolare del porto.Di fatto, chiudeva insieme al vicino Forte Castellaccio l’accesso alla città anche da dietro attraverso le colline, sbarrando dunque il passo a tutte le strade che conducevano dall’entroterra siciliano fino alla città. 

Un punto strategico quindi, per arginare il pericolo costante dato dall’invasione del nemico che avrebbe potuto sfruttare le aree collinari per attaccare Messina. E’ un’opera a pianta poligonale per artiglieria in barbetta o in casamatta, difesa costiera e terrestre a giro d’orizzonte. Nonostante l’abbandono è ancora in buono stato e ha il triste primato di essere l’unica imponente fortificazione messinese antica integra ma non valorizzata.

Oggi è possibile visitarla in quanto molto spesso è aperto al pubblico. Anche noi del MAP, Messina Attività Paranormale, siamo entrati all’interno del forte ancor prima che lo mettessero sotto stretta sorveglianza con videocamere. Seguiteci nel nostro viaggio.