Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. ZTL: NCD e Siamo Messina chiedono pass per chi lavora in centro

Da sinistra: Travisano, Adamo, Faranda,
Da sinistra: Travisano, Adamo, Faranda, De Pasquale

Le criticità che attanagliano l’Azienda Trasporti e le possibili soluzioni al vaglio di Giovanni Foti, direttore generale dell’ATM.

A parlarne il consigliere comunale di SiAmoMessina Piero Adamo, la capogruppo di NCD Daniela Faranda e i consiglieri del IV quartiere Ciccio De Pasquale e Daniele Travisano.

A tenere banco è soprattutto il tema ZTL. Secondo De Pasquale e Travisano gli operatori economici che svolgono la propria attività in centro sono costretti ogni giorno a sostenere la spesa del tagliando di sosta necessario per parcheggiare nelle Zone a Traffico Limitato.

La soluzione individuata è la creazione di un abbonamento simile al pass utilizzato dai residenti nei vari lotti contrassegnati dalle strisce blu. Secondo i consiglieri della IV Circoscrizione un’iniziativa del genere avrebbe il doppio vantaggio di garantire all’ATM introiti anticipati e immediatamente destinabili a servizi rivolti ai cittadini, mentre i commercianti, gli impiegati e tutti gli operatori economici del centro di Messina avrebbero garantita la sosta del proprio veicolo personale senza dover sostenere spese giornaliere di gratta e sosta o, peggio, incorrere in sanzioni pecuniarie per eventuali infrazioni.

Adamo e Faranda invece hanno esposto le proprie preoccupazioni in merito alla sicurezza sui mezzi pubblici. Dopo i recenti fatti di cronaca che hanno visto coinvolti controllori e autisti a bordo dei mezzi pubblici, i consiglieri comunali hanno richiesto alla Polizia di far viaggiare degli agenti a bordo dei mezzi pubblici in modo da scoraggiare eventuali comportamenti incivili o criminosi.

Roberto Minasi

Ritenuto per anni una leggenda metropolitana, è stato avvistato mentre tentava di intrufolarsi a Sicilians. Ce l'ha fatta. Gli esperti ritengono che la sua dieta sia composta da film, libri, musica e videogames. Il foglio bianco è il suo habitat naturale, dove si diverte a scorrazzare libero, tracciando segni che alcuni studiosi stanno tentando di decifrare. Si sconsiglia di avvicinarlo, potrebbe mordere.