#Messina. “Uccelli di rovo” in riva allo Stretto, il video della prima messa a Malfa

Don Maurizio Colbacchini a Malfa
Don Maurizio Colbacchini a Malfa

Si chiama Maurizio Colbacchini, è un monaco benedettino e ha 53 anni il Ralph de Bricassart dello Stretto. Un “Uccelli di rovo” a’ ghiotta, come ha commentato qualcuno, che si arricchisce di altri dettagli.

Che sia di Venezia e che abbia avuto una relazione finita a colpi di querele e denunce con una parrocchiana di 47 anni che lo accusa di essere stata prima illusa e poi abbandonata senza neanche una spiegazione lo abbiamo già scritto ieri. 

Avendo pubblicato i giornali che nell’ottobre scorso il prete protagonista di una burrascosa storia con una donna di Messina era stato trasferito di gran corsa a Malfa, scoprire la sua identità era solo questione di ore.

https://youtu.be/gzw0XYQM3-E

Il video che proponiamo è quello della prima messa di padre Maurizio a Malfa, quando della sua love story si chiacchierava solo

negli ambienti più vicini alla Curia di Messina e soprattutto a Mili San Pietro, nella parrocchia di San Pietro Apostolo dove l’amore tra il focoso benedettino e la sua parrocchiana era sbocciato.

Tutto tace nel palazzo dell’Arcivescovado in via Garibaldi. Di dichiarazioni ufficiali su questo ennesimo scandalo a sfondo sessuale che mette a nudo i tanti problemi della Diocesi di Messina (ricordate il trasferimento precipitoso da di un altro prete l’estate scorsa? E i materassi nel campanile di una chiesa nella zona jonica incendiati alcuni anni fa da una perpetua brasiliana anche lei sedotta e abbandonata? E la fuga d’amore di due suore raccontata a metà degli anni Novanta da Eleonora Iannelli sul Giornale di Sicilia? giusto per citare i casi più famosi) neanche a parlarne.

Si sa solo che padre Maurizio è stato chiamato a rapporto dall’arcivescovo di Messina Calogero La Piana. Lo stesso arcivescovo che alla donna abbandonata che si era rivolta a lui avrebbe risposto “Non si attacchi ai preti”.

 

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Un pensiero su “#Messina. “Uccelli di rovo” in riva allo Stretto, il video della prima messa a Malfa

  • 14 Aprile 2015 in 19:50
    Permalink

    Il vescovo doveva convocarlo 3 mesi fa, dopo che la donna è venuta a M;alfa e in tanti da qui hanno contattato la curia per avere chiarezza. Il vescovo non si è mai scomodato di alzare il telefono, faceva rispondere al suo segretario o a chi per lui, consigliando di fare poca pubblicità sull’accaduto, addirittura a qualcuno gli fu detto che stavano diffamando Don Maurizio con queste accuse.
    Diffamando??? Questa è venuta qui è gli ha urlato di tutto, facendole un gran danno all’auto… e per concludere buona parte di Malfa ha ascoltato gli audio di cui si parla nell’intervista..chiarissimi sulla natura dei rapporti tra i due e non solo in quelle conversazioni il vescovo è nominato tantissime volte…e ci fa una misera figura considerando cosa viene detto su di lui….. Sapeva da mesi e copriva…Quindi ci faccia il favore di emettere quel comunicato stampa che è solo una presa per i fondelli. Invece di stare in silenzio doveva aiutare Padre Maurizio già dallo scorso anno e non spedirlo in un altra parrocchia…. sapendo anche le situazioni passate di questa parrocchia. Lei caro sig.re La Piana e la chiamo cosi perche’ per me e per tanti qui a Malfa lei non è il nostro vescovo, lo ha lasciato solo in balia degli eventi, quando aveva bisogno della sua vicinanza in quanto da quando è sacerdote la chiesa è la sua famiglia, aveva bisogno di capire se continuare il suo cammino come sacerdote, invece lei e la curia volevate solo insabbiare il tutto. Adesso lui è sulla bocca di tutti e voi fate finta che non sapevate nulla e che state indagando. Raccontatelo a chi non è stato testimone di questa vicenda. Mi sa che bisogna invitare il Notiziario delle Isole Eolie a venire a Malfa e rilasciare un altra intervista sui retroscena legati alla Curia su questa vicenda.
    Auguriamo a Padre Maurizio di ritrovare la serenità che merita e di meditare su come la sua famiglia lo abbia abbandonato a se stesso.
    Al Vescovo l’augurio che riscopra cosa vuol dire essere vescovo e guida di un arcidiocesi, ma soprattutto che prima di tutto è il vescovo dei laici, quei laici che in merito a questa vicenda non ha voluto mai ascoltare.
    Da quello che si mormora in giro domenica qui a Malfa celebrerà messa il suo vice e comunicherà la sua decisione, bravo sig.re La Piana neanche si scomoda a venire di persona del resto con quale faccia potrebbe???

    Saluti da Malfa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.