Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Traghetti RFI: urge ammodernamento

rfiIn merito al recente provvedimento di RFI, che obbliga i passeggeri dei treni in transito sulle navi traghetto al trasbordo ed alla permanenza sui ponti saloni, il sindaco Renato Accorinti e l’assessore Sebastiano Pino hanno incontrato a Palazzo Zanca, il comandante della Capitaneria di Porto, Nazzareno Laganà, ed i rappresentanti della Divisione Navigazione di RFI.
Nel corso della riunione il sindaco Accorinti ha manifestato la preoccupazione per i disagi causati da simili decisioni che appaiono incomprensibili per le ripercussioni che il protrarsi di questa situazione può generare sul trasporto passeggeri, sul turismo e l’economia siciliana. A tal fine Accorinti e Pino hanno auspicato che: “Nella prossima riunione convocata al Ministero venga risolta la problematica salvaguardando il traghettamento ferroviario con le condizioni di sicurezza, assicurando il massimo impegno a seguire l’evoluzione della vicenda in quanto è indispensabile che venga riconfermato il valore sociale di un servizio a garanzia della continuità territoriale e la mobilità delle fasce più deboli della popolazione”.
La Capitaneria di Porto
ha confermato che il provvedimento adottato riguardava le navi Scilla ed RFI ed ha altresì assicurato che il traghettamento delle cinque coppie di treni passeggeri sarà garantito dalla nave Messina, senza l’obbligo per i passeggeri di lasciare le vetture. L’assessore Pino, relativamente a tale problematica, in mattinata ha anche incontrato i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di settore ed ha precisato che: “Concordo sull’urgente necessità di fare chiarezza sulla vicenda per restituire certezza e serenità, garantendo che l’impegno per la massima sicurezza dei viaggiatori e dei lavoratori non è mai venuto meno. Le attività di traghettamento dei treni passeggeri vengono svolte da 114 anni in assoluta sicurezza e dovranno seguire le procedure sin qui adottate che certamente andranno costantemente vigilate dalle autorità preposte affinché siano osservate”.
Al termine dell’incontro le organizzazioni sindacali hanno manifestato la loro perplessità per provvedimenti che risultano inspiegabili in quanto mancano nuove normative che modificano le modalità di trasporto dei convogli ferroviari. Pertanto l’amministrazione comunale, d’intesa con i rappresentanti sindacali, ritiene opportuno nonché strategico, un ammodernamento della flotta RFI esistente, con navi di nuova concezione che garantiscano il massimo comfort e sicurezza.