Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. TARI a Barcellona, Pino: “Basta polemiche, lavoriamo tutti insieme”

Rifiuti Barcellona 4-7-2015 cLe polemiche sugli aumenti della TARI a Barcellona Pozzo di Gotto infiammano la prima estate della Giunta guidata da Roberto Materia. A intervenire nel dibattito è il consigliere comunale Angelita Pino, eletta nella lista di centrodestra Niente paura e poi transitata nel Gruppo Misto.

Il consigliere Pino ritiene “del tutto superfluo e improduttivo il disquisire in forma più o meno polemica su responsabilità varie, attuali o pregresse, ascrivibili alla precedente o alla nuova Amministrazione.

Andare a ricercare le responsabilità dell’impennata dei costi, così come arrogarsi il merito di un tentativo di redistribuzione dei carichi fiscali non sarà di alcun giovamento per i cittadini nel momento in cui si troveranno di fronte al bollettino da pagare”.

In merito alla querelle sulle revisione della fasce di reddito, la Pino rileva “che questa potrebbe in ogni caso rivelarsi una operazione tutt’altro che equa e quand’anche priva di contenuto. Infatti, non vi è chi non veda quanto le fasce deboli si siano allargate in maniera allarmante negli ultimi anni. Una sensibile riduzione dei costi a favore di queste fasce comporterebbe un aumento insostenibile a carico delle altre categorie, fornendo a molti un alibi per giustificare l’evasione del tributo”.

Ma la commistione tra fasce deboli e meno deboli con l’inserimento nelle prime “di soggetti abitualmente dediti all’evasione fiscale e dunque risultanti con reddito

basso” comporterebbe il “conseguente rischio di confusione nell’individuazione di quelle famiglie che necessitano realmente del paventato sgravio fiscale. Al contrario, una riduzione minima avrebbe tutto il sapore di una sterile operazione demagogica, di nessuna, reale utilità.

Angelita Pino, consigliere Gruppo Misto
Angelita Pino, consigliere Gruppo Misto

Tale impostazione, inoltre, agisce soltanto sulle evidenze congiunturali del problema, senza in alcun modo porsi nell’ottica di un reale miglioramento del servizio. Ritengo più proficuo agire sulle cause strutturali, avviando subito una seria campagna per la riduzione dei conferimenti. La scelta di un preciso percorso (quello della raccolta differenziata) non è più differibile in quanto la stessa, se operata con criterio, proficuità e tatticismo, comporterebbe solo vantaggi. Non solo economici, ma anche e soprattutto di tipo ambientale, in termini di netto miglioramento del decoro urbano e di maggiore salubrità dell’ambiente”.

In tema di differenziata il consigliere Pino ricorda l’esperienza dei Comuni di Furnari e Spadafora, con risultati più che soddisfacenti per riduzione dei costi e di notevole miglioramento del decoro urbano. Indispensabile anche “una seria campagna di sensibilizzazione per la raccolta differenziata.

Faccio appello a tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione -conclude l’esponente politico- per avviare un serio tavolo di confronto sulle soluzioni tecniche da adottare in tempi brevi per raggiungere questo importante risultato che, al di là di tutto, rappresenta una vera e propria battaglia di civiltà”.

 

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.