#Messina. Stipendi non pagati: i lavoratori dei Servizi sociali occupano Palazzo Zanca

Protesta servizi sociali 23-3-2016Ennesima promessa non mantenuta dell’amministrazione Accorinti. Ancora una volta nell’occhio del ciclone i Servizi sociali e il mancato pagamento dei lavoratori, che da ieri sera occupano Palazzo Zanca.
A presidiare il Municipio una delegazione dei diversi settori, che oggi lavorerà regolarmente e sarà sostituita nella protesta da un altro gruppo.
Dito puntato contro il ragioniere generale Nino Cama che, come denuncia il segretario generale della FP CGIL Clara Crocè, ha disatteso “le disposizioni dell’Amministrazione Comunale in merito al pagamento di
una fattura a tutte le cooperative che gestiscono in i servizi sociali”, tra asili nido, Centri di Aggregazione Giovanile, assistenza domiciliare agli anziani e ai disabili, trasporto e assistenza igienico-sanitaria nelle scuole degli disabili e trasporto nei centri riabilitativi.
In serata gli operatori hanno incontrato il vicesindaco Guido Signorino, che ha dato disposizioni al ragioniere generale Cama di annullare le precedenti numerazioni dei mandati e di procedere al pagamento di una mensilità a tutte le cooperative, così da permettere il pagamento dei salari ai lavoratori. Il presidio continuerà fino a quando Cama non firmerà dei mandati.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.