Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Stasera il Gala del 62° Taormina Film Fest

Susan Sarandon
Susan Sarandon

Stamane alle 11 nel Salone degli Specchi di Palazzo dei Leoni conferenza stampa di presentazione del Gala di preapertura del 62° Taormina Film Fest, che si terrà questa sera al Monte di Pietà alle 19.30. L’evento è organizzato in collaborazione con i Comuni di Messina e Taormina, la Città metropolitana di Messina, Taormina Arte e Cral Città metropolitana di Messina. Il ricavato della serata sarà devoluto al Comitato italiano per il reinserimento sociale (Cirs – Onlus) della città dello Stretto. All’incontro con la stampa interverranno il commissario straordinario della Città metropolitana Filippo Romano, il sindaco di Messina Renato Accorinti, il sindaco di Taormina Eligio Giardina, il direttore generale di Taormina Film Fest Tiziana Rocca, direttore relazioni esterne ed eventi speciali Taormina Arte Michel Curatolo e Maria Celeste Celi, presidente del Cirs Onlus di Messina. Dopo la conferma di Monica Guerritore, sarà ospite dell’evento anche Susan Sarandon. L’attrice newyorkese torna in Sicilia a distanza di un

anno, confermando il suo amore per l’Isola e le lontane origini siciliane: il nonno, infatti, era nativo di Ragusa. Sarandon inizia la sua carriera negli anni Settanta. Nel 1978 il primo ruolo da protagonista nel film “Pretty baby”, poi la consacrazione negli anni Ottanta con pellicole come “Atlantic City” (1980) e “Le Streghe di Eastwick” (1987). Negli anni Novanta è indimenticabile protagonista con Geena Davis  di “Thelma e Louise” (1991) diretta da Ridley Scott, che in Italia le vale il David di Donatello come migliore attrice straniera  e “L’olio di Lorenzo”. (1992). Nel 1995 arriva il premio Oscar come migliore attrice protagonista in “Dead Man Walking”, diretto da Tim Robbins, dove è una suora che fa da assistente spirituale a un condannato a morte, interpretato da Sean Penn. Negli ultimi anni ha recitato “Nella valle di Elah” e ne “La Regola del silenzio” (2012) di Robert Redfort.  Susan Sarandon nella sua carriera da attrice ha spesso interpretato ruoli forti e di rottura. Da sempre considerata la pasionaria di Hollywood, Susan Sarandon è una donna impegnata nel sociale e si batte da anni per i diritti civili e contro le guerre insieme ad altre star di Hollywood.