Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Progetto Crescendo in Bellezza, incontro al Villaggio Aldisio

crescendoIl Gruppo Operativo di Zona di villaggio Aldisio (GOZ), in collaborazione con l’assessorato alle politiche sociali del comune di Messina, nell’ambito della promozione del patto territoriale, ha organizzato per lunedì 19 settembre alle 16.30, presso l’oratorio San Luigi Guanella di Fondo Fucile, un incontro di sensibilizzazione rivolto a tutti i volontari che operano nel quartiere per sostenere l’avvio del progetto Crescendo in bellezza. L’iniziativa, organizzata con la partecipazione del volontariato, si avvarrà delle esperienze della pediatra Natalia Camarda, in rappresentanza dell’Associazione Culturale Pediatri e di Salvatore Rizzo della Cooperativa sociale EcosMed, i quali hanno già sperimentato il modello degli interventi precoci nella vallata di Camaro.
Nel corso della riunione, aperta a quanti desiderano approfondire gli argomenti e sono interessati a collaborare come volontari al “patto territoriale” e al progetto Crescendo in bellezza, saranno trattati i temi relativi all’allattamento materno, la sicurezza in culla, i nati per leggere ed i nati per la musica, e lo sviluppo psico-affettivo fin dalla primissima età.
Il Gruppo Operativo, nato nel 1992, ha rafforzato negli ultimi
mesi la rete di partner che vede i diversi attori che operano in quel territorio, scuola, servizi sociali, tribunale per i minorenni, garante per l’infanzia, servizi sanitari, parrocchia, circoscrizione, centro di aggregazione giovanile, caritas, volontariato, associazioni sportive e famiglie, impegnati a costruire sinergie e alleanze per promuovere processi educativi e di espansione delle libertà individuali.
L’iniziativa, in particolare, scegliendo la metodologia sociale del “patto territoriale”, ha lo scopo di promuovere un percorso di responsabilità sociale e civile volto a favorire lo sviluppo del potenziale umano, a partire dai più piccoli abitanti del quartiere. Infatti, sono ormai innumerevoli le evidenze scientifiche che gli interventi precoci in età neonatale sono fondamentali per lo sviluppo umano.
I programmi che investono sui bisogni fondamentali dei bambini, come salute, nutrizione, sviluppo emotivo, intellettuale e sociale, favoriscono lo sviluppo delle loro capacità e influiscono significativamente sulla loro vita da adulti. In quest’ottica, la tutela dei più piccoli non si limita alla protezione dalla malattia e dalla violenza ma promuove adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo. Il progetto più ampio si articola lungo tre direttrici: la promozione del benessere dei bambini e delle bambine, il sostegno alle responsabilità genitoriali e la crescita della comunità locale.