Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Presentato il cartellone dell’Horcynus Festival 2015

Horcynus Orca presentazione stagione 2015“Ricordare per dimenticare”. Questo il leit-motiv scelto per l’edizione 2015 dell’Horcynus Festival.

Il programma sarà inaugurato il prossimo 26 luglio alle antiche terme di San Calogero a Lipari con la mostra d’arte contemporanea “A come Armenia”.

Il 28 luglio la manifestazione tornerà nella storica sede del parco letterario di Capo Peloro, dove sarà anche inaugurato il MACHO (Museo d’Arte Contemporanea Horcynus Orca) e proseguirà fino a domenica 2 agosto.

Il tema dell’edizione 2015, “Ricordare per dimenticare”, è anche un invito alla riflessione su alcune pagine della storia italiana e non. Il 2015 coincide infatti con il centenario dalla strage di 1 milione e mezzo di armeni in Turchia. E’ il Metz Yeghérn (Il grande male) e all’Armenia sono dedicati molti degli appuntamenti in agenda.

In sintonia con lo spirito del festival, quest’anno il premio Horcynus Orca sarà assegnato al senatore Sergio Flamigni, creatore e curatore di uno dei più vasti archivi sulla storia dell’Italia moderna e contemporanea.

Horcynus Orca 2 presentazione stagione 2015Direzione artistica affidata anche quest’anno al trio composto da Massimo Barilla, Giacomo Farina e Franco Jannuzzi. Quella si quest’anno sarà l’ultima di Gaetano Giunta come presidente della Fondazione Horcynus Orca.

IL PROGRAMMA DELL’EDIZIONE 2015 

26 luglio Antiche Terme di San Calogero – Lipari (Me)

Ore 11.30 A come Armenia
Inaugurazione della mostra d’arte contemporanea a cura di Martina Corgnati. Artisti: Van Leo, Mario Sillani Djerrakian, Sharis Garabedian, Claudio Gobbi, Agnese Purgatorio

28 luglio Parco Horcynus Orca di Capo Peloro – Messina

 Ore 18.00 Inaugurazione MACHO

Museo d’Arte Contemporanea Horcynus Orca

Ore 19.00 A come Armenia
Presentazione del film documentario di ToninoGuerra;
Presentazione della prima parte del film “Armenia 2015” di M. Bernardini; Martina Corgnati in conversazione con Armen Garabedian;
Presentazione del libro “Sotto un cielo indifferente” di Vasken Berberian, con l’autore e l’Ambasciatore della Repubblica Armena in Italia S. Ghazaryan; Premio Horcynus Orca 2015 a Vasken Berberian.

Ore 22.30 Musica Nomade
Ensemble dello Stretto per L’Armenia – Orchestra d’archi Sinfonietta Messina diretta da Maurizio Salemi con Melo Mafali (tastiere e arrangiamenti), Giancarlo Parisi (fiati), Alessandro Blanco (chitarra), Giorgio Rizzo (percussioni), Carmelo Colajanni (duduk)

29 luglio Parco Horcynus Orca di Capo Peloro – Messina

Ore 19.00 A

come Armenia
Intervento di Martina Corgnati;
Presentazione della seconda parte del film “Armenia 2015”
di Matteo Bernardini;
Presentazione del documentario su Armin Wegner, testimone oculare del Genocidio Armeno e Giusto delle Nazioni.

Ore 21.45 Rete degli Archivi per non dimenticare Presentazione del libro “Patto di Omertà – Il sequestro e l’uccisione di Aldo Moro: i silenzi e le menzogne della versione brigatista” di Sergio Flamigni (Kaos Edizioni). Intervengono Sergio Flamigni, Ilaria Moroni, Federico Martino, Massimo Barilla e Paolo Benvenuti; Premio Horcynus Orca al Senatore Sergio Flamigni.

a seguire Arcipelaghi della visione Belluscone, di Franco Maresco (Italia, 2014, 94’) 

30 luglio Parco Horcynus Orca di Capo Peloro – Messina

Ore 19.00 A come Armenia
Intervento di Martina Corgnati;
Presentazione video di Francesco della Noce su Agoudian.

Ore 20.00 MigrAzioni tra terre e mare
Presentazione performativa del romanzo “Vie di Fuga”, di D. Comberiati

Ore 21.00 A come Armenia
Martina Corgnati, in conversazione con Manuela Fraire presenta il libro “Il genocidio infinito” (Edizioni Guerini), di Martina Corgnati e Ugo Volli;
Reading da Altounian, psicanalista, sul trauma collettivo e la memoria; Video arte (Agnese Purgatorio e video-artisti armeni).

Ore 22.45 Arcipelaghi della visione
Gemma Bovery, di Anne Fontaine (Francia, 2014, 99’)

31 luglio Parco Horcynus Orca di Capo Peloro – Messina

Ore 20.00 MigrAzioni tra terre e mare
Presentazione performativa del romanzo “Ti ho vista che ridevi”, di Lou Palanca

Ore 21.00 Arcipelaghi della visione
Cinema Komunisto, di Mila Turajlic (Serbia, 2015, 101’)

Ore 22.30 Arcipelaghi della visione
Arance e Martello, di Diego “Zoro” Bianchi,(Italia, 2014, 101’)

1 agosto Parco Horcynus Orca di Capo Peloro – Messina Ore 21.00 Arcipelaghi della visione

Il fascino indiscreto dell’amore, di S. Liberski (2014, 100’)

Ore 22.35 Musica Nomade
Transeuropae Hotel, concerto del Persephon Trio (Luigi Cinque, Lucilla Galeazzi, Fausto Mesolella). Performance musicale su spezzoni dell’omonimo film di Luigi Cinque 

2 agosto Parco Horcynus Orca di Capo Peloro – Messina

Ore 21.00 Arcipelaghi della visione
Proiezione di “A proposito di Franco”, di Gaetano Di Lorenzo (Italia, 2014, 70’);
Incontro con il regista e con il produttore Francesco Torre

a seguire MigrAzioni tra terre e mare
“Le parole di Vincenzo”, letture drammatizzate da Vincenzo Consolo, a cura di Massimo Barilla e Salvatore Arena, incursioni musicali di Andrea Costa.

a seguire Arcipelaghi della visione
Tre cuori, di B. Jacquot (Francia – Germania – Belgio, 2014, 106’)

Roberto Minasi

Ritenuto per anni una leggenda metropolitana, è stato avvistato mentre tentava di intrufolarsi a Sicilians. Ce l'ha fatta. Gli esperti ritengono che la sua dieta sia composta da film, libri, musica e videogames. Il foglio bianco è il suo habitat naturale, dove si diverte a scorrazzare libero, tracciando segni che alcuni studiosi stanno tentando di decifrare. Si sconsiglia di avvicinarlo, potrebbe mordere.