#Messina. Per la messa in sicurezza del territorio pronti 17 milioni

Foto Paolo Furrer
Foto Paolo Furrer

Dal Sblocca Italia pronti 17 milioni di euro per la messa in sicurezza di Messina e dei suoi litorali, da nord a su della città.

I fondi, per la precisione 16 milioni 660 mila euro, saranno utilizzati per fermare l’erosione delle coste nelle tratte da
Santa Margherita a Galati, da Galati a Tremestieri, da Casabianca a Tono e da Tono a Mezzano.
“I primi stanziamenti per la messa in sicurezza del territorio messinese previsti dallo Sblocca Italia -commenta il presidente dell’UDC Gianpiero D’Alia– sono risorse importantissime per intervenire su aree già duramente provate da frane o alluvioni.
Questo è l’inizio di un percorso virtuoso. Adesso è indispensabile che le amministrazioni della provincia di Messina definiscano progetti cantierabili sulla riqualificazione del territorio e la prevenzione degli alti rischi ambientali”.

 

Elio Granlombardo

Ama visceralmente la Sicilia e non si rassegna alla politica calata dall’alto. La “sua” politica è quella con la “P” maiuscola e non permette a nessuno di dimenticarlo. Per Sicilians segue l'agorà messinese, ma di tanto in tanto si spinge fino a Palermo per seguire le vicende regionali di un settore sempre più incomprensibile e ripiegato su se stesso. Non sopporta di essere fotografato e, neanche a dirlo, il suo libro preferito è “Conversazione in Sicilia” di Elio Vittorini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.