Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Messina, omaggio a Morricone: emozioni in musica con la Marvan Dance e l’Orchestra Sinfonietta

MESSINA. Neanche la pioggia li ha fermati. E solo chi fa spettacolo sa cosa significa andare in scena con l’incubo di un temporale che si può scatenare da un momento all’altro e mandare all’aria settimane, quando non mesi, di duro lavoro. In scena ieri sera a Villa Dante l’omaggio a Ennio Morricone della compagnia Marvan Dance di Mariangela Bonanno e l’Orchestra Sinfonietta diretta da Ezio Sponoccia, regia di Valerio Vella. Uno dopo l’altro sono eseguiti i brani più famosi di Morricone, quelli che hanno fatto la storia della cinematografia italiana e mondiale. Da “C’era una volta in America” a “La leggenda del pianista sull’oceano”, da “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” a “Nuovo Cinema Paradiso, da “Mission” a “Sacco e Vanzetti, e molti altri ancora, con la chicca di “Se telefonando”, della quale in pochissimi sanno che il compositore romano scrisse musica e arrangiamenti, interpretata dalla guest star Alberto Urso. Un corpo di danza di ballerini professionisti tutti formati alla severa scuola di Mariangela Bonanno ha regalato emozioni agli spettatori, che non si sono mossi per tutto lo spettacolo nonostante si sia messo a piovere a più riprese, su note ormai immortali. Applausi a scena aperta e ovazione finale.

 

Messina, omaggio a Morricone: emozioni in musica con la Marvan Dance e l’Orchestra Sinfonietta
Messina, omaggio a Morricone: emozioni in musica con la Marvan Dance e l’Orchestra Sinfonietta

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.