Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Messina, nave da crociera blocca il porto e fa ritardare la partenza del mezzo veloce FS

MESSINA. Una nave da crociera impiega più tempo del previsto a effettuare la manovra di entrata nel porto storico e una sessantina di passeggeri imbarcati su un mezzo veloce delle FS perdono il treno delle 6.58 da Villa San Giovanni. A segnalarci il fatto un nostro lettore. “Dovevamo partire alle 6.20 -ci scrive- ma ci siamo mossi solo alle 6.44 a causa delle manovre di attracco, che prevedono la macchinosa rotazione del transatlantico di 180 gradi dentro il bacino della Zona Falcata. Questo in spregio alla priorità del pubblico servizio che è rivestito dal collegamento della nave veloce. Benché informata, Trenitalia, che si guarda bene sui propri siti di pubblicizzare il servizio di collegamento da e per Villa San Giovanni non si è impegnata a far ritardare la partenza del FrecciaArgento delle 6.58 e per soli 6 minuti ha lasciato a terra circa 60 passeggeri che provenivano da Messina con la nave veloce”.
Contattata dalla nostra redazione, la Capitaneria di Porto ci ha confermato che la nave da crociera, che ha iniziato a effettuare le manovre alle 5.45, ha perso più tempo del previsto, determinando il ritardo con il quale è partito il mezzo veloce della BluJet, controllata del Gruppo Ferrovie dello Stato che cura i collegamenti veloce sullo Stretto.

Impossibile non sottolineare, per l’ennesima volta, la mancanza di rispetto delle FS nei confronti degli utenti, penalizzati dal comportamento inaccettabile di chi avrebbe potuto pretendere il rinvio della partenza del treno per una manciata di minuti e non lo ha fatto.

Messina, nave da crociera blocca il porto e fa ritardare la partenza del mezzo veloce FS
Messina, nave da crociera blocca il porto e fa ritardare la partenza del mezzo veloce FS

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.