Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Mense scolastiche e asili nido, i sindacati bocciano Accorinti & C.

Mensa scolasticaL’amministrazione Accorinti promette il riavvio delle mense scolastiche, ma i sindacati non si fidano e confermano la protesta programmata per lunedì prossimo.

I segretari generali di FILCAMS Cgil, FISASCAT Cisl e UILTUCS Uil di Messina esprimono forte perplessità. “Già in diverse occasioni l’assessore Panarello ci aveva rassicurato che entro pochi giorni il servizio sarebbe ripartito -dichiarano. La soluzione proposta, inoltre, risulta non solo tardiva ma anche priva di efficacia dal momento che potrebbero emergere ulteriori intoppi burocratici. Riteniamo che per far fronte a un problema sociale di così vasta portata sia necessario che ognuno faccia la propria parte assumendosi appieno le responsabilità che competono in relazione al ruolo ricoperto”. Confermato quindi il presidio dei lavoratori di settore per lunedì 15 febbraio alle 9.30 a Palazzo Zanca.

Ma l’amministrazione Accorinti rimedia anche un’altra stroncatura. La piattaforma digitale OpenPolis.it che si occupa di progetti per l’accesso alle informazioni pubbliche, boccia infatti la politica del Comune di Messina sugli asili nido. La città dello Stretto è all’ultimo posto come spesa: appena 6,04 euro contro i 135,25 della capolista Trieste.

“È ancora una conferma in più –sottolineano i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Lillo Oceano, Tonino Genovese e Carmelo Catania– di come l’Amministrazione comunale, nonostante pubblicizzi mediaticamente la propria attenzione nei confronti delle fasce deboli della popolazione, non abbia una programmazione rispondente alle necessità reali dei cittadini. Evidenziamo già da anni l’esigenza e la necessità di investire sugli asili nido e sui servizi ai bambini e alle fasce deboli ma questa non sembra essere una priorità per questa Giunta. Messina, infatti, nonostante sia una città con oltre 240mila abitanti, può contare solo su tre asili comunali a fronte di 7944 bambini tra zero e tre anni censiti sul territorio cittadino”.