Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Messina, lotta alla delinquenza nei pressi della stazione ferroviaria: in carcere un 34enne tunisino

MESSINA. Sicurezza è la parola chiave per i poliziotti della Sezione Polizia Ferroviaria peloritana impegnati quotidianamente nel garantire un sereno transito nella stazione a migliaia di cittadini e viaggiatori. Anche le aree adiacenti e limitrofe in una città snodo e con un’incidenza di fenomeni delinquenziali che si diversificano nel corso delle 24 ore e che vanno dal furto e danneggiamento in stazione alla rissa in strada, sino al costante monitoraggio del fenomeno del depredamento di cavi o quant’altro possa contenere il prezioso rame. Alto il livello di attenzione relativo al controllo di persone e bagagli anche a bordo di treni locali e regionali, ma anche a lunga percorrenza e sottoposti a costante pattugliamento. Risale a un paio di giorni fa l’arresto di A. C., un cittadino di nazionalità tunisina 34enne, che alla consueta verifica di documenti e generalità ne è risultato sprovvisto. Gli immediati riscontri nel locale Gabinetto di Polizia Scientifica hanno evidenziato plurime identità e un ordine di carcerazione a carico dell’uomo. L’arrestato è stato trasferito successivamente in carcere.