Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Messina, l’assessore Caruso sul Laboratorio Turistico: “Basta polemiche, è tutto legittimo”

MESSINA. L’assessore comunale al Turismo Enzo Caruso fa definitivamente luce sul “Laboratorio turistico” che in questi giorni ha generato polemiche e discussioni sui social. Caruso scrive infatti una nota esaustiva sulla legittimità di tale organismo e dei suoi componenti per cancellare ciò che lui definisce “un dibattito fuorviante tra alcuni operatori di settore”. “Dal 2011 – scrive l’assessore – i Comuni capoluogo di Provincia e i Comuni o loro unioni che fanno parte degli elenchi regionali delle località turistiche o delle città d’arte possono richiedere l’applicazione dell’imposta di soggiorno alle strutture ricettive. Il gettito fiscale derivante dalla raccolta dell’imposta deve essere destinato a finanziare interventi in materia di turismo, manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali. Su proposta dell’allora Commissario Croce, il Consiglio Comunale aveva approvato l’istituzione del Laboratorio Turistico con la delibera numero 69 del 27 settembre 2012”. In particolare Caruso fa riferimento all’articolo 14 il quale prevede che “con successivo atto da approvare entro 120 giorni dall’adozione del regolamento, deve essere istituito con apposita delibera un Laboratorio per lo sviluppo turistico con il compito di monitorare gli effetti dell’applicazione della tassa di imposta e di fornire eventuali proposte correttive. Di tale organismo faranno parte con propri rappresentanti, la Provincia regionale di Messina, il Comune di Messina, l’Autorità Portuale e le principali Associazioni di categoria maggiormente rappresentative”. “Con delibera numero 213 del 9 aprile 2015 – prosegue l’assessore – la Giunta comunale aveva confermato i componenti già individuati con la precedente delibera numero 376 del 30 aprile 2013 (nello specifico i rappresentanti di Confesercenti di Messina, del Comune di Messina, della Provincia Regionale di Messina, dell’Autorità Portuale, del dirigente del Dipartimento Politiche culturali ed educative) e integrava la nomina delle seguenti figure: sindaco, assessore al Turismo con funzione di presidente, direttore dei Servizi turistici regionale, Confindustria Messina e Confocommercio Messina, in quanto la Federalberghi è rappresentata dalla Confcommercio”.

seduta nutrire martedì stasera aggiornato