#Messina. La FP Cgil siciliana a confronto sulla riforma delle Province

FP Cgil riforma Province 20-5-2015Incontro della FP Cgil siciliana stamane a Palazzo dei Leoni con le RSU elette nelle liste nell’ultima tornata elettorale. In discussione i prossimi passaggi in vista della riforma delle Province.

Presenti i segretari generali FP Cgil della Sicilia, il segretario regionale Michele Palazzotto e il segretario nazionale Federico Bozzanca.

La scelta di Messina come sede per l’incontro è stata determinata dalla decisione di dare uno scossone all’immobilismo siciliano e per un reale processo di riordino degli enti provinciali.

Sarà impossibile per tutte le Province Siciliane chiudere i Bilanci di Previsione 2015, come più volte dichiarato dai commissari straordinari, e ciò determinerà entro settembre l’impossibilità per il pagamento degli stipendi a tutti i dipendenti provinciali -avvertono i dirigenti sindacali.

La totale incapacità della politica regionale, sulla scia delle scelte scellerate della politica nazionale, e il sovrapporsi dei tagli fissati dal Governo con la legge di stabilità 2015, oltre al ritardo accumulato dal Governo Regionale, stanno cancellando i servizi e compromettendo il mantenimento

dei livelli occupazionali e salariali”.

“Siamo di fronte ad atteggiamenti schizofrenici dei Governi nazionale e regionale -attaccano il segretario generale della FP Cgil Messina Clara Crocè e il responsabile aziendale Francesco Fucile. Hanno scelto i dipendenti provinciali quale vittime sacrificali di una crisi feroce che sta colpendo tutto il Paese senza tenere in conto i danni ai servizi da erogare all’intera cittadinanza”.

Tra le prestazioni più compromesse, la gestione di migliaia di chilometri di provinciali per le quali i commissari straordinari non possono stanziare nulla nei bilanci e l’assistenza agli studenti disabili delle scuole superiori, già sospesi in molte Province.

Dopo un lungo e le conclusioni di Bozzanca, che ha parlato dello stato di avanzamento della legge Delrio e dei gravi problemi con i 20 mila esuberi di lavoratori provinciali nel resto d’Italia, le RSU e le segreterie provinciali e regionale della FP Cgil si sono date appuntamento domani a Palermo per una manifestazione davanti alla sede dell’assessorato regionale alle Autonomie Locali contemporaneamente all’incontro tra l’assessore regionale e i 9 commissari straordinari.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.