#Messina. Ieri la giornata per le vittime dell’immigrazione

vittimeSi è svolta ieri, lunedì 3 ottobre, la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, istituita lo scorso 31 marzo dal governo italiano per rinnovare il ricordo di quanti hanno perso la vita nel progetto di emigrare verso il nostro paese e sfuggire a guerre, persecuzioni e povertà.
I Centri Comunali di Aggregazione Giovanile, frequentati ogni giorno da bambini e bambine, ragazzi e ragazze dei quartieri della zona sud e nord della città (Gravitelli, Camaro, S. Lucia sopra Contesse, villaggio CEP, Ponteschiavo/Giampilieri, villaggio Aldisio, Giostra e Bordonaro) hanno risposto significativamente al messaggio inviato dall’assessorato alle politiche sociali e alle migrazioni per l’occasione.
I centri, dove si costruiscono percorsi educativi, tra le
loro attività e con gli strumenti propri della relazione educativa, hanno dato vita a momenti di conoscenza sul fenomeno migratorio, al fine di contribuire a sviluppare la consapevolezza delle nuove generazioni. Può accadere, infatti, che non si conoscano le ragioni che spingono i migranti che giungono nella città di Messina a lasciare i propri paesi, non sempre si conoscono le difficoltà connesse al viaggio e le violenze che sono costretti a subire nei paesi di transito.
Poiché la scarsa conoscenza può alimentare una visione a volte distorta del problema che nel tempo rischia di sfociare in atteggiamenti discriminatori, ecco che l’intervento educativo svolge un ruolo importante nel prevenire. L’assessore alle politiche sociali Nina Santisi, ringrazia gli operatori e i bambini che insieme hanno voluto realizzare i lavori  pubblicati, come segno del loro impegno anche su tale tema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *