Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Festa di San Nicola: proseguono le iniziative

san nicola iniziativeNell’ambito dei festeggiamenti a Ganzirri, in onore del patrono San Nicola, le iniziative in programma prevedono domani, sabato 6 agosto alle 21.30, lo show di Toti e Totino. La festa, patrocinata dall’assessorato comunale alla Cultura, dalla Città Metropolitana, dall’Università, dall’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e dal Ministero dei Beni culturali, partner Atm e Messinambiente, ed unica in Italia ad essere riconosciuta ministerialmente, si concluderà  domenica 7, alle 18, con la Santa Messa Solenne.
Alle 19, si svolgerà la processione col simulacro di San Nicola per le vie del villaggio accompagnata dal Corpo Musicale “V. Bellini” di Calatabiano. (zona Papardo benedizione del mare, zona Farau benedizione dei fanciulli); alle 21.30 la statua verrà imbarcata sulla feluca e sarà portata in processione sul lago; alle 23.45, i tradizionali fuochi pirotecnici. Per consentire lo svolgimento della manifestazione religiosa, domani , sabato 6 e domenica 7, sarà chiusa al transito veicolare il tratto di via Lago grande, tra le vie Consolare Pompea e 185/N.
Il
Dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità ha altresì disposto per domenica 7, il divieto di sosta, in entrambi i sensi di marcia, nel tratto della via Consolare Pompea, 50 metri, antistante la chiesa; il divieto di sosta interesserà anche il tratto di via Lago Grande, compreso tra la via 185/N ed il complesso Fata Morgana, in corrispondenza del quale si procederà all’imbarco del corteo per lo svolgimento della Processione.
Infine, sempre domenica 7, per agevolare lo svolgimento della Processione del Simulacro, sarà interdetto il transito veicolare dalle 17 e non oltre le 24, lungo il percorso delle vie Consolare Pompea, Papardo, Marina, Lido, Caratozzolo, Lago Grande, Consolare Pompea e rientro in Chiesa, in piazza Cutugno. La festa è iscritta ufficialmente al REIS (Registro delle Eredità Immateriali della Regione Sicilia), quindi tutelata e vincolata dai BB.CC. Secondo la convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale, approvata dall’UNESCO il 17 ottobre 2003, le Eredità Immateriali (definite dall’UNESCO Intangible Cultural Heritage) sono “l’insieme delle pratiche, rappresentazioni, espressioni, conoscenze e tecniche nella forma di strumenti, oggetti, artefatti e luoghi ad essi associati che le comunità, i gruppi e in alcuni casi gli individui, riconoscono come parte del loro patrimonio culturale”.