#Messina. Doppio arresto di pusher a Taormina e Nizza di Sicilia

Droga Carabinieri TaorminaI carabinieri delle Stazioni di Taormina e di Roccalumera sono stati impegnati in due distinte operazioni che hanno portato all'arresto di due pusher, entrambi accusati di detenzione di ai fini di .

Il giorno dell'Immacolata, a Letojanni, sono scattate le manette per Angelino D'Agostino, 45 anni, già noto alle forze dell'ordine.

Durante la perquisizione personale gli uomini della Benemerita dell Stazione taorminese gli hanno trovato addosso 5 grammi di marijuana. L'uomo è stato quindi sottoposto anche a perquisizione domiciliare.

In casa sono stati trovati altri 280 grammi della stessa sostanza già pronta per essere venduta. D'Agostino è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio e si trova adesso recluso nel carcere di Gazzi.Droga carabinieri Messina Sud

Ieri è stato invece il turno di Giuseppe Caminiti, 32enne. I carabinieri della Stazione di Roccalumera, impegnati nelle operazioni di controllo per la sicurezza del territorio a Nizza di Sicilia lo hanno fermato, insospettiti dal suo atteggiamento guardingo.

I militari gli hanno trovato addosso 4 grammi di marijuana, anche per lui è scattata la perquisizione domiciliare.

Nella sua abitazione sono stati ritrovati altri 110 grammi di droga, oltre a semi e 5 già essiccate. Caminiti è agli arresti domiciliari, così come disposto dall'Autorità Giudiziaria.

Roberto Minasi

Ritenuto per anni una leggenda metropolitana, è stato avvistato mentre tentava di intrufolarsi a Sicilians. Ce l'ha fatta. Gli esperti ritengono che la sua dieta sia composta da film, libri, musica e videogames. Il foglio bianco è il suo habitat naturale, dove si diverte a scorrazzare libero, tracciando segni che alcuni studiosi stanno tentando di decifrare. Si sconsiglia di avvicinarlo, potrebbe mordere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *