Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. DDL “Buona Scuola”, la FLC Cgil dice no alla riforma

Manifestazione di studenti per il diritto allo studio e al lavoro (Foto Paolo Furrer)
Manifestazione di studenti per il diritto allo studio e al lavoro (Foto Paolo Furrer)

Il segretario provinciale FLC Cgil Messina Pietro Patti dice no al DDL “Buona Scuola” fortemente voluto dal Governo Renzi e indice un’assemblea pubblica nell’Aula Cannizzaro dell’Università di Messina per il 28 aprile per discutere con i lavoratori della scuola, gli studenti, i genitori e i cittadini.

A parere del sindacalista, la riforma è inaccettabile perché non eleva i livelli di istruzione ma crea disuguaglianze e intacca la libertà d’insegnamento, riducendo i diritti.

In particolar modo, la FLC Cgil boccia l’assenza di risorse aggiuntive e del personale ATA, l’accentramento dei poteri nella persona del Dirigente Scolastico e il finanziamento delle scuole private previsti dalla riforma.

Al contrario invece, del Disegno di Legge condivide il rilancio dell’autonomia scolastica, la programmazione triennale del POF e l’aggiornamento e la formazione dei docenti.