Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Crepe e dossi: un tratto della SS 113 a rischio crollo

 

Strada Statale 113 Gesso asfalto deteriorato b 18-7-2015Strada Statale 113 Gesso asfalto deteriorato a 18-7-2015Cinquanta metri della SS 113, nella zona nord di Messina, con avvallamenti, dossi, crepe e con il rischio di un cedimento nella scarpata.

La denuncia è del consigliere del VI Quartiere Mario Biancuzzo, che ha scritto ai vertici regionali e nazionali dell’ANAS.

“L’arteria è transitata giornalmente non solo dai residenti, ma anche da numerosi automobilisti che si recano al Centro Neurolesi sui colli Sarrizzo o che devono raggiungere Messina -scrive Biancuzzo. Un automobilista in transito, residente nel villaggio Gesso, mi ha

dichiarato che l’anomalia si protrae da diversi anni.

Strada Statale 113 Gesso asfalto deteriorato 18-7-2015 cI lavori di  sistemazione definitiva dell’intero tratto devono essere eseguiti con la massima urgenza, procedendo alla messa in sicurezza della carreggiata stradale con la realizzazione di opportune opere per il normale deflusso e convogliamento delle acque meteoriche, per evitare che l’acqua piovana ristagni negli avvallamenti con ulteriori dissesti idrogeologici e determini il crollo della strada”.

Un intervento che secondo Biancuzzo è indispensabile per proteggere la strada ed evitare che “con i ruscellamenti si propaghino grosse frane e che i residenti rimangano isolati”. Necessari anche segnaletica e semafori “per regolamentare il traffico e per evitare che qualcuno precipiti nella scarpata”.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.