Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Contro la violenza alle donne domani One Billion Rising

Torna anche a Messina One billion rising. La campagna contro la violenza alle donne ideata da Eve Ensler che dal 2013 ha coinvolto oltre un miliardo di persone a danzare e manifestare.

Anche quest’anno il Centro Donne Antiviolenza di Messina ha aderito e organizzato l’evento One billion rising (letteralmente: un miliardo si solleva).

Appuntamento domani, sabato 14 febbraio, alle 16 a piazza Duomo per ballare sulle note della canzone-simbolo Break the chain.

“Al centro della manifestazione -spiega Carmen Currò, presidente del Cedav– ci saranno la musica e la danza per spezzare le catene della violenza e dimostrare che si può farlo con gioia. In maniera politica ma con il sorriso.

Nel 2014 la campagna, che si svolge sempre nel giorno di San Valentino, si è caratterizzata sulla giustizia, mentre quella di quest’anno si intitola One billion rising Revolution per invocare un cambiamento“.

Ad aderire all’evento che si svolgerà in migliaia di città in tutto il mondo Word Art Graphic Solution, Palestra Sport 4 Club, Accademia del fitness, Dna, Fit& Wellness House, Salvatore Altadonna (Dj Salvo), Associazione Smasher, gruppo Pari Opportunità Cambiamo Messina dal Basso, SKID, Arcigay Messina, F.c.sport, Lions club, Sport time, Global Gym viale Giostra, Studio Danza di Mariangela Bonanno, Edizioni Smasher, Associazione L’Altra Metà, Associazione Culturale Kafka, Verbumlandi, le donne de Il Megafono.

“Subito dopo l’One Billion Racing e nell’ambito della campagna nazionale #LoStessoSì -aggiunge la Currò- sempre domani l’Arcigay Messina ha organizza Piazzate d’amore, flash-mob in favore del matrimonio egualitari, per ribadire che ogni amore merita le stesse tutele e che i diritti devono essere gli stessi, per tutte e tutti”.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.