Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Contributi inquilini morosi, bando in scadenza domani

bandopubblico2Sul sito istituzionale del Comune di Messina è pubblicato il Bando per la Morosità Incolpevole, un’agevolazione che lo Stato riconosce alle famiglie che per motivazioni di vario genere e di estrema gravità, non riescono a pagare l’affitto. Il contributo viene erogato attraverso somme che il Governo stanzia con la legge di Stabilità in uno specifico Fondo di Morosità Incolpevole e verrà erogato direttamente al proprietario dell’immobile, previa apposita dichiarazione, tra cui il numero di mensilità non pagate (max 12).

Le  domande dovranno essere presentate entro e non oltre il giorno 8 aprile 2016. Allo scadere del bando, si procederà alla formazione di una graduatoria degli aventi diritto. Il dipartimento Politiche Sociali precisa che l’avviso pubblico è stato approvato con determina dirigenziale n. 39 del 7 marzo scorso ed il modello di domanda è stato emesso sulla base delle linee guida adottate della Regione Siciliana approvate con deliberazione di Giunta Regionale n. 253 del 07/10/2015, per la concessione di contributi in favore degli inquilini morosi incolpevoli per l’anno 2015.

Può presentare domanda di contributo il titolare del contratto di locazione o altro componente il nucleo familiare maggiorenne e a ciò delegato e residente nell’unità immobiliare locata. Il richiedente, al momento della presentazione della domanda, deve essere in possesso dei seguenti requisiti: 1) un reddito che determini un valore I.S.E. non superiore a € 35.000,00 o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con valore I.S.E.E. non superiore a € 26.000,00  risultanti da una dichiarazione I.S.E.E. in corso di validità redatta ai sensi del D.P.C.M. n.  159 del 05/12/2013. Ai fini della determinazione della situazione economica equivalente il nucleo familiare è composto dal richiedente medesimo, dai soggetti considerati a suo carico ai fini IRPEF e dai componenti la famiglia anagrafica ai sensi dell’art. 4 del D.P.R. 223/1989 “un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio e non separate legalmente, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, che abitano e sono residenti nell’unità immobiliare oggetto del contratto di locazione”. Il richiedente è tenuto a dichiarare di avere beneficiato, nella dichiarazione

IRPEF corrispondente, della detrazione spettante per il canone di locazione;  2) è destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con atto di citazione per la convalida emesso nell’anno 2015, e di ricadere nella disciplina ordinaria prevista per le procedure esecutive di rilascio;  3) è titolare di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato (sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali Al,  A8  e A9) e risieda nell’alloggio, sito nel Comune di Messina, oggetto della procedura di rilascio, da almeno un anno; 4) abbia cittadinanza italiana, di un paese dell’UE, ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all’UE, possieda un regolare titolo di soggiorno; 5) abbia subìto la perdita o sensibile diminuzione della capacità reddituale dovuta al peggioramento della situazione economica generale, per almeno uno dei componenti del nucleo familiare residente nell’alloggio, che non consenta il pagamento del canone locativo, determinata da licenziamento, ad esclusione di quello per giusta causa, di quello per giustificato motivo soggettivo e ad esclusione delle dimissioni volontarie (tranne il caso in cui queste ultime siano riconducibili a una prolungata mancata retribuzione); da accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro; da cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; dal mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipico; dalla cessazione di attività libero – professionali o di imprese registrate alla C.C.I.A.A, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; da malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali. Per la verifica degli ulteriori requisiti previsti dal bando e per il ritiro del modello di domanda gli interessati possono collegarsi direttamente al sito internet del Comune di Messina al link: www.comune.messina.it, recarsi presso l’U.R.P. del Comune di Messina o il dipartimento Politiche Sociali, a Palazzo Satellite – Piazza della Repubblica n. 40. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente tramite il modello fornito dal Comune di Messina; quelle presentate su modelli difformi saranno escluse.